Si può tornare all’attimo magico della giovinezza in cui il futuro appariva radioso e si
poteva fare ogni scelta? La risposta si trova nel nuovo libro di Monica Sommacampagna
Ieri è oggi e anche domani (Il seme bianco), in cui la scrittrice veronese affronta per la
prima volta “l’amore che supera l’amore”, complice un coniglio che sembra arrivato da
un’altra dimensione. L’appuntamento è fissato per giovedì 16 gennaio alle 18 a La Feltrinelli Libri e Musica a Verona, in Via Quattro Spade, 2. Dialogherà con l’Autrice la giornalista de L’Arena Laura Perina. Un avvincente reading sarà realizzato da Isabella Caserta, direttrice artistica del Teatro Scientifico – Teatro Laboratorio e attrice, che metterà in luce le parti più vivaci e toccanti del terzo romanzo della scrittrice.

Concluderà l’incontro tra amore e Anni Ottanta un brindisi con i profumati vini biologici
dell’azienda vitivinicola La Cappuccina. Il romanzo racconta di Bruno, un medico vicino alla pensione, che un giorno regala un coniglio al nipote Denis. Per un caso misterioso, riceve da Baffy la possibilità di tornare agli Anni Ottanta e di riattivare l’esuberanza di quando poteva ancora sognare. I suoi ricordi tornano alla luce, ma l’improvviso cambio di prospettiva farà balzare in primo piano illusioni e verità celate sul suo passato e su quello della moglie Olga, come in un teatro in cui tutto è possibile. Perché, se si esce dalla posizione di comfort, si possono amare più vite in una vita sola. L’amore vero supera l’amore. Un romanzo dedicato agli adulti pronti a far brillare nel quotidiano i loro sogni di ragazzi. A qualsiasi età.

«Ho conosciuto tanti Bruno e tante Olga che, dopo una vita impegnata, avevano solo bisogno di aprire gli occhi per vedere la bellezza davanti a loro e vivere meglio» spiega Monica Sommacampagna. «In Ieri è oggi e anche domani, attraverso l’incontro imprevisto e dirompente con il coniglio Baffy, Bruno realizza l’aspirazione di molti: assaporare il quotidiano con l’esuberanza di quando erano più giovani e insieme con la determinazione di una vita densa di esperienze ma con gli occhi nuovi, aperti al futuro». Il rewind psicologico del protagonista scatta sulle note della canzone ideata dall’autrice Ieri è oggi e anche domani. Prendendosi cura di Baffy l’uomo sperimenta un cambio di prospettiva insolito, a tratti stravagante nelle pagine del romanzo, perché Bruno non ha più il corpo acerbo di un Peter Pan e familiari e amici sono spiazzati dalla sua straordinaria esuberanza. Al suo fianco Olga, una donna che ha rinunciato a coltivare le sue aspirazioni, e, inaspettatamente, Barbara, un amore mai vissuto negli Anni Ottanta ma capace di esercitare un fascino impensabile nel quotidiano. «Tutti abbiamo più possibilità di cambiare il nostro sguardo sul mondo. Basta uscire dalla posizione di comfort per accarezzare, come Bruno fa con Baffy, le aspirazioni e l’amore con passione e pazienza e rinnovarli ogni giorno senza cadere nel laccio delle paure nascoste, delle parole non dette, delle speranze e dei sogni non coltivati» conclude l’autrice.