Entrate nel parco di Apperò dove troverete tutti gli spettacoli di quest’avventura. Lungo il fiume scorgiamo due imbarcazioni: la prima di un certo Lemuel Gulliver, diretta verso nuove, sconosciute terre. La seconda, capitanata da Achab, è alla caccia di un bianco capodoglio. Dietro gli alberi c’è la torre di Raperonzolo, in compagnia di Rosaspina che senza timore fila la lana con un vecchio arcolaio. Due clown dal naso rosso scrutano un cielo che, solcato dal volo di uno splendido cigno, si tinge di un tenue colore rosso. Si fa sera e un asino, un cane, un gatto e un gallo suonano, mentre uno strampalato signore cerca il modo giusto per scrivere La Lettera, disturbato dai suggerimenti di una Grande Fabbrica che produce Parole.  

Marco Pomari direttore artistico della rassegna sostiene che «Apperò il teatro vuole diventare la dimora della meraviglia, il giardino dello stupore. Dove si possa vagare per cogliere la bellezza di un teatro che fa sorridere, la libertà di un mondo in cui tutto può succedere. Dove lasciarsi stupire dalle storie che raccontano e custodiscono una parte di noi». La rassega parte domenica 24 novembre ore 16.30 al Teatro di Buttapietra con I Meravigliosi viaggi di Gulliver poi sabato 30 novembre ore 16.30 e 20.30 a Raldon ci sarà la proiezione dei Cartoni dal Mondo in collaborazione con il Film Festival Della Lessinia. Segnaliamo poi Paolo Nani, con La Lettera sabato 7 dicembre ore 21.00 al Cinema Teatro Astra. Nani terrà presso la Scuola di Teatro Altri Posti in Piedi anche il suo workshop Creazione di una Scena.

Da quest’anno Apperò il teatro ha una sorella: Apperò Lessinia, trovate tutto il programma delle due rassegne sul sito www.apperoilteatro.it dove potrete acquistare in prevendita i biglietti degli eventi.