Entrare al Comed, Centro Odontoiatrico Medico di Grezzana, studio caratterizzato da un ambiente luminoso, da una vista che riempie gli occhi sulle verdi colline della Valpantena e da personale cordiale e accogliente, è un po’ come sentirsi a casa e far parte di una famiglia. Quando nel 2013 Sara Lavarini, titolare dello studio, ha aperto il centro dentistico, il progetto era chiaro: creare in Valpantena una struttura di alta qualità che potesse offrire un servizio mirato per tutta la famiglia, con particolare attenzione ai bisogni del bambino e dell’adolescente. Oggi la reputazione dello studio conferma la giusta intuizione e Comed è un importante punto di riferimento nel settore. «Sono moltissime – racconta Sara – le famiglie che decidono di affidare a noi le cure dei loro bambini. Nel nostro centro l’accoglienza inizia già in segreteria, con la professionalità di Antonella e la dolcezza di Michela, che da subito forniscono chiare informazioni al genitore che viene a trovarci per la prima volta. La sala d’attesa, inoltre, è dotata di una postazione Internet per l’intrattenimento di bambini e ragazzi: in questo modo i piccoli pazienti possono trascorrere un po’ del loro tempo in modo piacevole e divertente».

Sara, chi si occupa dei piccoli pazienti nel suo centro?

Ad occuparsi delle cure dei bambini sono principalmente la dottoressa Arianna Reppele e la dottoressa Marisa Bellorio, aiutate dalla nostra assistente Valentina, bravissima a creare quell’adeguata relazione amichevole con i piccoli pazienti necessaria a farli sentire accolti e a loro agio. La nostra fi losofi a è di instaurare con loro, sin dalle fasi iniziali della visita, un rapporto di fi ducia, che li possa aiutare a superare eventuali traumi pregressi associati al camice bianco e talvolta anche odontofobie. È necessario far capire loro che le visite dal dentista sono qualcosa di importante, di utile e allo stesso tempo semplice per mantenere denti sani, forti e un sorriso smagliante. Gli studi di pedagogia ci insegnano l’importanza educativa del rinforzo positivo per tutti i piccoli pazienti, a tale scopo al termine di ogni cura eseguita con impegno, il bambino viene premiato con un gioco, una giusta ricompensa molto ambita.

Offrite anche cure ortodontiche per i bambini?

Certo. La dottoressa Francesca Bragastini, oltre ad essere il Direttore Sanitario della struttura, si occupa di Ortodonzia all’interno del Centro Medico. Specialista di ortodonzia funzionale nel paziente in crescita, della tecnica ALEXANDER DISCIPLINE e ortodontista certificata del sistema INVISALIGN con allineatori trasparenti, la Dott.ssa Bragastini è in grado di consigliare ad ogni paziente il tipo di trattamento più indicato, tenendo in considerazione le esigenze di ciascuno.

Dottoressa Bragastini, quale ruolo svolge l’ortodontista?

L’ortodontista svolge un ruolo chiave nello sviluppo e nella crescita del piccolo paziente sin dai primi anni di

vita. Si consiglia di effettuare un prima visita ortodontica già verso i 3 anni, al fi ne di identifi care precocemente eventuali abitudini viziate, quali succhiamento del dito, del ciuccio, problematiche respiratorie e di deglutizione scorretta. In questa fase l’ortodontista può rivestire il ruolo pedagogico di “motivatore” del piccolo paziente nella gestione e controllo delle abitudini viziate. Fondamentale è la sinergia con altre fi gure mediche quali il pediatra, l’otorino e il logopedista. Successivamente, lo specialista

in ortodonzia accompagnerà il paziente nella crescita, lavorando su funzione masticatoria ed estetica e avendo come obiettivo lo sviluppo il più armonico possibile delle basi scheletriche.

L’ortodonzia può curare anche l’adulto?

Certamente, un numero sempre maggiore di adulti si rivolge allo studio con il desiderio di aver un “bel sorriso”. Il trattamento ortodontico del paziente adulto spesso richiede la collaborazione di più specialisti: alla base di una corretta risoluzione delle problematiche ortodontiche, implanto-protesiche ed estetiche c’è’ il lavoro in team.  Team che nello studio Comed è molto affiatato! Per il paziente adulto è diventato molto più semplice e socialmente più accettabile, rispetto al passato, iniziare un trattamento ortodontico grazie alla sistematica Invisalign, un’apparecchiatura ortodontica “quasi invisibile”.

Quali le novità in ambito ortodontico?

Dal 2018 ho introdotto nella mia pratica clinica l’utilizzo dello scanner intraorale per la presa delle impronte, con numerosi vantaggi: al medico impronte di alta precisione e al paziente maggiore comfort e minori fastidi durante la presa delle impronte.

Sara, da ottobre Comed si è arricchito di un’altra tecnologia all’avanguardia.

Sì, dallo scorso mese all’interno dello studio è stata installata un’apparecchiatura digitale 3D (comunemente chiamata dai pazienti TAC DENTALE) fondamentale nelle fasi di pianifi cazione di interventi chirurgici, tra i più comuni estrazioni di denti del giudizio o impianti. Sono inoltre presenti nuovi dispositivi di ultima generazione per eseguire ortopantomografi e e teleradiografi e digitali a basso dosaggio di esposizione. La presenza all’interno della struttura di queste tecnologie all’avanguardia permette al paziente di ridurre i tempi per avere una diagnosi e un piano di terapia completi, in quanto non vi è la necessità di spostarsi in centri radiologici dedicati per eseguire tali esami.

Per i pazienti adulti, invece, che cure offre il vostro centro?

Come già spiegato in premessa, lo studio dentistico Comed eroga prestazioni per tutta la famiglia. Offriamo servizi di protesi e implantologia, atti a sostituire o ripristinare elementi dentali mancanti o compromessi, realizzati dal dottor Stefano Castellani e dalla dottoressa Marisa Bellorio. Lo studio, inoltre, si avvale della collaborazione di una specialista in endodonzia, la dottoressa Francesca Venditti, che esegue cure minuziose su denti che presentino lesioni a livello radicolare. In ultimo, ma non di certo per importanza, abbiamo una grande squadra di igienisti, formata dalla dott.ssa De Berti, dalla dott.ssa Di Lorito, dalla dott.ssa Tucci e dal dott.Ugolini, che con passione, dedizione ed entusiasmo si occupano dell’igiene orale di tutti i nostri pazienti, grandi e piccoli.

Qual è l’attenzione più grande che riservate ai vostri pazienti?

Sicuramente la cura con cui pianifichiamo ogni tipo di intervento. Dedichiamo tempo alla valutazione preventiva del lavoro, con l’esecuzione di tutti gli esami necessari, e altrettanto tempo viene dedicato alla spiegazione del piano di trattamento al paziente. Cerchiamo sempre di trovare un piano di cura che soddisfi il paziente nel breve termine ma tenendo presente l’evoluzione a lungo termine del lavoro proposto. Inoltre, nello studio grande attenzione è sempre dedicata alla sterilizzazione, la pulizia e la scelta di materiali e macchinari. C’è un grande lavoro dietro le quinte per offrire un servizio d’eccellenza!

Cosa si immagina per il futuro di Comed?

Spero che l’affiatamento di tutto il nostro team possa crescere sempre di più e mi aspetto che chi termina un percorso di cure con noi possa essere sempre soddisfatto e felice. Colgo l’occasione per ringraziare tutti i nostri pazienti per la fiducia e tutti i miei collaboratori, senza i quali questo non sarebbe stato possibile.

Articolo precedenteIl culto di Sant’Orsola a Verona
Articolo successivoCierre edizioni, Maurizio Miele e i vantaggi dell’editoria di settore