Con il Decreto direttoriale n.561 del 26 ottobre 2021 ha preso avvio la fase finale dell’entrata in funzione del Registro Nazionale degli Enti del terzo settore.

Regime delle Organizzazioni di volontariato (ODV) e Associazioni di promozione sociale (APS)

Alla data del 23 novembre 2021 inizierà il trasferimento dei dati degli Enti iscritti nei registri delle ODV e delle APS nel Registro Unico Nazionale. La ” trasmigrazione ” dai vecchi registri al RUNTS è automatica e dovrà avvenire entro il 21 febbraio 2022, secondo il procedimento descritto negli artt.54 CTS (Codice terzo settore) e 31,32e 33 D.M.15 settembre 2020. Entro il 20 agosto 2022 il RUNTS dovrà effettuare i controlli dei requisiti previsti per l’iscrizione e, se positivi, verrà disposta l’iscrizione dell’Ente nella sezione corrispondente. In caso di diniego di iscrizione l’Ente dovrà procedere agli adeguamenti richiesti.

Regime ONLUS (Organizzazione non lucrativa di utilità sociale)

Con riferimento alle ONLUS è prevista la pubblicazione il 22 novembre 2021 da parte dell’Agenzia delle Entrate dell’elenco degli Enti iscritti all’anagrafe tributaria delle ONLUS. Qui la trasmigrazione non è automatica ma avviene su richiesta dell’Ente interessato, fino al 31 marzo del periodo di imposta successivo all’ autorizzazione della Commissione Europea di cui all’articolo 101 comma 10 del Codice del terzo settore. Attualmente le ONLUS sono disciplinate dal d. lg.vo n. 460 / 97 e potranno continuare ad essere disciplinate da detta normativa fino all’iscrizione al RUNTS. che converrà effettuare tra il 1° gennaio e il 31 marzo del periodo di imposta successivo alla approvazione europea.

Regime degli Enti di nuova costituzione

Dal 24 novembre 2021 sarà possibile richiedere l’iscrizione di nuovi Enti in una delle sezioni del RUNTS da parte dei notai ai fini dell’acquisto della personalità giuridica di Ente del terzo settore (ETS) ai sensi dell’articolo 22 del Codice del terzo settore. Il notaio che ha ricevuto l’atto costitutivo dell’Ente di terzo settore dovrà verificare le condizioni previste dal CTS per l’iscrizione nel registro ed in particolare verificare l’adeguatezza del patrimonio (previsto in 15.000 euro per le associazioni e € 30.000 euro per le fondazioni). Egualmente il notaio che riceverà il verbale di adeguamento dello statuto a Ente di terzo settore ai fini dell’iscrizione al RUNTS, dovrà verificare la sussistenza di tutte le condizioni previste.

Articolo precedenteLa natura fa sognare al villaggio di Natale Flover
Articolo successivoL’editoriale di Pantheon 128