Lo scorso 14 gennaio, a Caldierino, ha aperto le porte una nuova farmacia gestita dalle dottoresse Maria Stella Passarin e Maria Chiara Pari. Numerose le testimonianze di gratitudine dimostrate da parte degli abitanti della frazione, e non solo, in queste prime settimane di attività.

Che ci sia la volontà di entrare nel cuore di una comunità e dei suoi cittadini, e di prestare loro servizi essenziali come quelli legati alla salute, lo si capisce anche dal nome scelto per la loro nuova farmacia da Maria Stella Passarin e Maria Chiara Pari: Farmacia San Lorenzo.

Il santo che venne martirizzato nel 258 durante la persecuzione voluta dall’imperatore romano Valeriano, infatti, è il patrono di Caldierino, frazione del Comune di Caldiero, nell’est veronese, dove le due farmaciste veronesi hanno deciso di radicarsi per una nuova ed entusiasmante sfida professionale.

Alla pari di altri colleghi farmacisti, nel 2012 Maria Stella e Maria Chiara avevano letto il Decreto Legge n. 1 del 24 gennaio, arrecante misure urgenti in materia di concorrenza, liberalizzazioni e infrastrutture, scegliendo di partecipare al Bando di concorso pubblico regionale, straordinario, per titoli, che assegnava delle sedi farmaceutiche disponibili per il privato esercizio sul territorio nazionale.

«Dopo tanti anni da dipendenti presso altre farmacie, a cui siamo grate per averci dato la possibilità di imparare tanto, abbiamo sentito la necessità di provare una strada nuova per una crescita personale. – spiegano le due farmaciste – Nel 2012, quindi, ci siamo iscritte al Bando regionale e al quarto interpello, quando ormai non ci speravamo più, abbiamo individuato la sede di Caldierino».

Galeotto fu l’incontro al Banco Farmaceutico
Maria Stella e Maria Chiara si sono conosciute al Banco Farmaceutico: «Proprio così, – proseguono le due titolari della Farmacia San Lorenzo – non ci conoscevamo prima del 2010, la nostra amicizia è nata lì, entrambe siamo coinvolte da anni nella parte organizzativa di questa meravigliosa realtà che, come sappiamo, raccoglie farmaci e materiale sanitario per le persone meno fortunate. C’è stata fin da subito complicità, siamo diventate amiche e abbiamo deciso, come dicevamo, di iscriverci al Bando regionale.

L’affetto della comunità
«La cosa che ci ha sorpreso di più, e che ci ha riempito il cuore, è l’affetto dimostrato in queste prime settimane dagli abitanti di Caldierino. C’è un bel gruppo giovanile legato alla parrocchia che il giorno dell’inaugurazione ha avuto un pensiero speciale per noi, con tanto di biglietto scritto a mano, che ci ha davvero commosse. – proseguono Maria Stella e Maria Chiara – Ma in generale tutte le testimonianze di vicinanza, anche istituzionale, che abbiamo percepito lo scorso 14 gennaio».

Il taglio del nastro
In tempo di Covid le inaugurazioni sono ridotte al minimo, ma il taglio del nastro della Farmacia San Lorenzo ha avuto un significato particolare per le due farmaciste veronesi. Presenti, infatti, a Caldierino per il primo giorno di apertura i consiglieri comunali Elisa Bonamini e Fabio Franchi assieme al sindaco di Caldiero, Marcello Lovato, che ha sottolineato come l’arrivo della nuova farmacia sia «un importante traguardo per i nostri concittadini raggiunto dopo quasi un decennio di lavoro, avviato con lungimiranza dal compianto ex sindaco Gianni Molinaroli».
Anche la consigliera regionale Alessandra Sponda ha voluto esserci ricordando come questa inaugurazione, caratterizzata dal genio femminile, sia un segno di “ripartenza” dopo mesi drammatici di convivenza con la pandemia. La presidente di Federfarma Verona, Elena Vecchioni, ed il presidente dell’Ordine dei Farmacisti di Verona, Federico Realdon, hanno portato la vicinanza della categoria sottolineando il ruolo che il farmacista assume nel contesto della promozione della salute dei cittadini soprattutto in questo periodo, associandosi al plauso per il coraggio delle colleghe Passarin e Pari nell’aprire ora una nuova farmacia. A benedire la nuova farmacia è stato il parroco di Caldierino, don Claudio Bonomo.

La nuova farmacia
«Essendo inserite all’interno di una comunità vorremmo diventare un punto di riferimento per i cittadini che possono trovare da noi la cosiddetta “farmacia dei servizi”. – proseguono Maria Stella e Maria Chiara, entrambe specializzate in omeopatia e cosmesi, e Maria Stella, in particolare, anche in farmacovigilanza, la scienza che studia le reazioni avverse da farmaci – Già disponibile il servizio di ritiro referti, Cup, autoanalisi e in prospettiva, compatibilmente con la gestione degli spazi interni ed esterni, c’è la volontà di ampliare l’offerta». Farmacia San Lorenzo ha anche una linea di cosmetici brandizzati con il proprio nome e può contare, ovviamente, anche sul laboratorio galenico interno per la preparazione di vari farmaci.

Orari di apertura
Farmacia San Lorenzo è aperta dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.30. Il sabato fino alle 19.00.

Farmacia San Lorenzo
via Verona 10 – 37042 Caldiero (VR)
045.6171552 – WhatsApp 348.7921743
farmaciasanlorenzosnc21@gmail.com

Articolo precedenteCampionati Italiani Indoor, Matilde Prati: «Vincere è stata una grande soddisfazione»
Articolo successivoTeatro Laboratorio, Caserta: «Le manifestazioni di questi giorni sono dichiarazione di esistenza»