La complessità dell’uomo si riflette in ciò che, più di ogni altra sua azione, è sintesi del suo essere: la scrittura. Sistema di comunicazione altamente simbolico ma al contempo raffinato e complesso, il linguaggio scritto è frutto di un processo cognitivo senza eguali e il suo studio trova sintesi nel terreno della grafologia, una disciplina che osserva il gesto grafico come un vero e proprio comportamento.

A Verona, ormai da dieci anni, è attiva la Scuola grafologica morettiana, nata in seno all’Associazione Consulenti Grafologi Morettiani, formata da professionisti del settore, vicini al pensiero di Girolamo Moretti, fondatore della grafologia italiana.

La sede veronese della scuola nasce grazie alla passione di tre donne: Maria Grazia Rizzoni, Carla Salmaso e Carla Tomasella. Diverse per provenienza territoriale, lavorativa e culturale, le tre sono unite nella convinzione di voler diffondere la grafologia attraverso una formazione abilitante alla professione, proiettando la disciplina in una dimensione più attuale. «La scelta di aprire la scuola a Verona – racconta Carla Salmaso, socia fondatrice e formatrice – non è stata casuale: oltre ad essere facile da raggiungere, è la città che nei primi anni del ‘900 ha accolto Moretti, il fondatore della grafologia italiana. Qui Moretti ha trovato una grandissima apertura verso la disciplina, tanto da scegliere la città come sede della sua prima scuola di grafologia».

Iscriversi alla Scuola grafologica Morettiana di Verona significa intraprendere un percorso formativo della durata di tre anni. «Ai nostri corsisti – prosegue Salmaso – diamo tutta una serie di strumenti, attraverso materie diversificate, esercitazioni pratiche e laboratori, che permettono di osservare la scrittura come un comportamento e quindi di individuare al suo interno, grazie alla rilevazione di segni specifici e codificati, caratteristiche fondamentali della persona che l’ha prodotta».

Dopo i primi due anni di insegnamenti comuni, il terzo anno è dedicato alla formazione specialistica: grafologia peritale, per esercitare come CTP (consulenze tecniche di parte)  o CTU (consulenze tecniche d’ufficio) in ambito legale, grafologia dell’orientamento scolastico e universitario, e grafologia aziendale per la selezione del personale. Al termine del triennio, dopo il superamento degli esami previsti e il deposito di un elaborato, la scuola rilascia l’attestato di Consulente grafologo con cui è possibile esercitare la professione ai sensi della legge n. 4/2013, relativa alle professioni non regolamentate da albo.  

«La grafologia – prosegue Salmaso – è una disciplina che può dare molto, sia a livello professionale che umano. È un mondo che negli ultimi anni si è aperto tantissimo e, oltre agli ambiti sopra citati, trova un terreno molto fertile in ambito di ricerca, per l’attribuzione di paternità di scritture su manoscritti o testi antichi e nuove strade si aprono in conseguenza dell’avanzamento tecnologico, come la nuova necessità di verificare la validità di firme digitali. Importante anche l’ambito legato all’età evolutiva, ovvero un’applicazione della grafologia nella fase di apprendimento della scrittura da parte dei bambini, per comprendere come e quanto i loro gesti grafici, a partire dagli scarabocchi, siano espressione di un Sé in formazione. L’aspetto più bello della nostra scuola – conclude Salmaso – è vedere come gli studenti, che provengono da ambiti culturali e lavorativi differenti, durante il tre anni di corso acquisiscono competenze a tal punto trasversali da apportare alla loro quotidianità e alla loro vita professionale uno straordinario valore aggiunto».

Le lezioni della Scuola grafologica morettiana si svolgono una volta al mese in presenza, sempre nel weekend, dalle 9.30 alle 17.30, e prevedono delle integrazioni online.

Il 13 e 14 novembre 2021 ripartono i corsi del nuovo anno con una lezione aperta a tutti e gratuita, previa prenotazione obbligatoria: sarà un’occasione per conoscere da vicino la grafologia, con la possibilità di fare domande ai docenti e agli studenti che già la frequentano.

Scuola grafologica morettiana di Verona

presso Istituto alle Stimate, Via C. Montanari,1, Verona

per informazioni: info@centrografologia.it / Tel. 348 3479588

o visita il sito: www.centrografologia.it

Articolo precedenteImparare le lingue può, e anzi deve, essere divertente
Articolo successivoMobilità sostenibile? AMT è in prima linea