la Business Unit di Phoenix che valorizza tecnologie, competenze e risorse umane.

Tecnologia, risorse umane e formazione sono i grandi temi in questo post pandemia e l’accelerazione al digitale innescata dall’emergenza sanitaria ha reso assolutamente strategica la consulenza IT Consulting. Ecco perché Phoenix ha voluto costituire, all’interno della Divisione Management & IT Consulting, la Business Unit “IT Consulting & HR Recruiting” (IT&HR), orientata allo sviluppo IT e al supporto tecnologico delle aziende – in particolare per il settore bancario e assicurativo – e alla valorizzazione e formazione delle Risorse Umane. A guidarla l’Executive Director Luca Predomo, Senior Project Manager con certificazioni negli ambiti del Project Management, IT, European Funding Management. «La nostra è una consulenza pragmatica, che attua fattivamente le linee guida dei processi di Project Management nello sviluppo di piattaforme tecnologiche – spiega Predomo – e supporto ICT. Lavoriamo sul cliente, integrando il sistema manageriale per facilitare i processi di transizione. L’Advisor Phoenix diventa una risorsa integrata nell’azienda cliente, on premise e in smart. Il nostro intervento è completo e strutturato: operiamo in team, con skills specifiche e diversificate per rispondere olisticamente alle molteplici esigenze di un progetto. L’essere nativamente smart ha permesso a Phoenix di adeguarsi con rapidità alla fase di change in atto e ci ha consentito di supportare tempestivamente e in modo strutturato i clienti anche durante il lockdown».

La sua BU è operativa anche nel recruiting, nella formazione e nella valorizzazione delle risorse umane. Quali azioni avete messo in campo in questi mesi?
«Per una società di consulenza le risorse umane sono fondamentali e l’obiettivo è “collocare la persona giusta al posto giusto”, internamente e sul cliente. Sono tanti i giovani entrati in questi mesi in Phoenix e occorreva renderli parte di un gruppo, nonostante la distanza fisica. Molte le azioni messe in atto: lo “Sportello di Counseling psicologico” attivato dalla nostra consulente, lo psicologo del lavoro Anna Pompele; il “Green team”, meeting mensile in cui i Junior Manager possono diventare imprenditori della loro idea di business, da vagliare e “alimentare”. Infine, i corsi di formazione su specifiche competenze di PM, Agile Scrum ed Euro Progettazione, competenza fondamentale per cogliere la grande opportunità del Next Generation EU. Proprio nei giorni scorsi è stato candidato un progetto europeo in ambito Erasmus+ per la valorizzazione delle competenze trasversali e imprenditorialità nelle scuole secondarie di secondo grado, in cui abbiamo coordinato importanti partner nazionali ed internazionali».