L’Olympic Basket Verona è stata costituita il 03/06/2009, da un gruppo di amici con esperienza ultraventennale, e ha lo scopo di promuovere e divulgare l’attività sportiva del basket in carrozzina per persone con disabilità fisica, come mezzo riabilitativo e soprattutto sociale. Questo gruppo veniva da un’esperienza sportiva di rilievo con partecipazione importante in Campionato di A2 per diversi anni e ha sfiorato il salto di categoria svanito all’ultima gara, sotto un altro nome.

La nostra associazione svolge questa attività rivolta a ragazzi da 8 anni a 18 anni e a persone adulte dai diciotto anni in su con disabilità fisiche di qualsiasi genere (spina bifida, tetraparesi, emiplegia, paraplegia ecc.).

Attualmente l’Olympic Basket è l’unica società che si occupa di basket in carrozzina sul territorio veronese e riveste un alto valore d’integrazione umano. Essere il punto di riferimento per questo sport a Verona e provincia e dare la possibilità alle persone con disabilità di svolgere un’attività sportiva così agonistica e coinvolgente, è motivo d’orgoglio e soddisfazione. Gli atleti della nostra squadra di Serie B provengono anche da altre città e regioni, poiché trovano nella nostra squadra il giusto spirito di aggregazione accompagnato da un alto livello di serietà, fondamentale per partecipare al campionato di Serie B nazionale. 

Un livello alto che ci vede sempre lottare alla pari con le società di prestigio che puntano al passaggio nella massima serie, la quale vanta la partecipazione di giocatori di tutto il mondo, che fanno di questo sport il loro principale lavoro. Ogni anno siamo impegnati nelle pre-seson e nei tornei post campionato, partecipando a eventi in tutte le regioni d’Italia, portando in alto il nome della nostra Verona o anche organizzando direttamente alcuni tornei.

Inoltre abbiamo avuto a lungo un gruppo di giovani che partiva dagli 8 anni fino ai 18 che partecipava al Campionato interregionale e poi Nazionale UISP; in bacheca vantiamo anche la vittoria del torneo alle final four disputate a Cesenatico dell’Eurocamp per ben 2 anni a fila. Purtroppo la pandemia sanitaria ci ha azzerato questa realtà, che con tenacia vogliamo ricostruire. 

Per procedere con la nostra attività, oltre a rivolgerci agli sponsor “istituzionali” che sono la maggior fonte di sostentamento, per poter proseguire con professionalità il nostro impegno, a volte organizziamo eventi mirati alla raccolta fondi, come lotteria, vendita magliette, evento musicale ecc… Il nostro intento è quello di far conoscere la nostra associazione sportiva e consentire a tutti coloro che sono portatori di disabilità fisiche di appassionarsi a una nuova realtà, a una “grande famiglia” e mettersi in gioco per riprendere in mano la propria vita. 

Come detto in precedenza infatti, chi fa parte della nostra squadra, dallo staff ai giocatori, non viene solo per insegnare o giocare a basket nel migliore dei modi, ma anche per stare insieme a persone che fanno bene all’anima, con cui trascorrere il proprio tempo convivendo momenti di aggregazione solidale. Per farsi conoscere dalla maggior parte delle persone nel territorio, abbiamo pianificato il sistema comunicazione, oltre ai social media (Facebook e Youtube), nella speranza che la pandemia finisca presto, stiamo riprendendo i contatti con le scuole, con la collaborazione del Provveditorato, per divulgare e far provare il nostro progetto sportivo “GIOCHIAMOCELA” sicuri che è un mondo ancora conosciuto da pochi, ma una volta che se ne viene a conoscenza, è quasi impossibile abbandonarlo. 

Il basket in carrozzina è uno sport che principalmente coinvolge gli atleti disabili, ma possono giocare (fino alla Serie B) anche i normodotati, motivo in più per venire a provare e appassionarsi a questa fantastica disciplina che in un modo o nell’altro ti cambia la vita.

Contatti

Associazione Sportiva Dilettantistica “OLYMPIC BASKET VERONA” 37057

San Giovanni Lupatoto (VR) Via Riccarda Castellani N° 53

TeL: 3472793722

Cod. Fiscale – P.IVA: 03868470232

Email: olympicbasketvr@alice-martini

banner-gif
Articolo precedenteAgevolazioni prima casa e under 36, ci sono novità
Articolo successivoAddio a Guido Biondani, fondatore del Banco Alimentare del Veneto