Il tema dell’“impact invest” negli investimenti finanziari è centrale nell’Agenda 2030 e guida importanti scelte aziendali. Ma che cosa intendiamo per investimento sostenibile? Come evolve rispetto al mercato e alla congiuntura economica? Quali i vantaggi per l’investitore? 

WeForGreen, prima cooperativa energetica in Europa del Gruppo ForGreen, partner di Phoenix Capital, per la sua Newsletter sui temi della sostenibilità, ha intervistato Giulio Fezzi, presidente di Phoenix Group, società certificata ForGreen dal 2016. 

Partiamo dalla definizione. Che cos’è l’impact investing o investimento sostenibile?Parliamo di una serie di strategie di investimento che coniugano il rendimento finanziario dell’investimento con la generazione di benefici socioeconomici e ambientali per la collettività.  Realizzato tramite debito ma soprattutto tramite private equity (acquisizione di partecipazioni societarie) e talvolta public equity (investimenti su mercati azionari), la peculiarità dell’impact investing è nella sua creazione “di impatto”, nella misurabilità sia del rendimento finanziario sia delle esternalità positive che l’investimento finanziario genera per la collettività.

Come sta crescendo l’impact investing nel mercato? 

Sta crescendo molto, soprattutto nel settore dell’innovazione sociale. La spinta ci arriva dal mondo anglosassone e dagli USA, ma abbiamo casi virtuosi anche nell’Italia di inizio secolo: uno su tutti, l’esperienza di Lucense 1923. Complice il periodo di crisi energetica in atto, si sono accesi i riflettori anche sul segmento energetico-ambientale e sulle “comunità energetiche”.

Quali benefici genera sull’investitore rispetto a forme di investimento tradizionali? 

L’impact investinggenera un ritorno dell’investimento, un impatto sociale e ambientale, ma anche lo sviluppo del tessuto economico locale. E la sua connotazione multi-stakeholders crea il network per nuove iniziative. Con NextGen (Next Generation Verona), grazie all’impegno di 62 soci, abbiamo avviato un progetto di cooperazione per la crescita del tessuto economico-sociale del territorio. Dal finanziamento, alle startup, alla creazione di valore in diversi settori. Si vedano: il progetto Clivense, azioni in ambito energie rinnovabili e lo sviluppo del Birrificio artigianale Lesster che oggi sta studiando un nuovo piano di sviluppo green, con attenzione al tessuto socio-economico locale.Come Phoenix stiamo finalizzando il lancio di una Business School per i nostri professionisti e, un domani, anche per giovani ed imprese del territorio.

Investire nei progetti di WeForGreen può essere considerato un investimento sostenibile? 

Sì, da diversi punti di vista. Sul fronte energetico vi è la possibilità di produrre energia green così da ridurre l’impatto negativo sull’ambiente; da un punto di vista sociale l’ingresso in una comunità energetica rafforza il legame e la creazione di reti territoriali. Sotto il profilo finanziario, significa investire in segmenti di mercato con un ritorno misurabile, con margini di “rischio” minimi grazie alla presenza di più attori che compongono la comunità energetica.

Contatti

Phoenix Capital Iniziative di Sviluppo S.r.l.
Via Torricelli, 37 37136, Verona
Tel. +39 045 8032060
Fax +39 045 8040953
C.Fisc. E P. IVA 03760580237
N. REA 363155
www.phoenixcapital.it
info@phoenixcapital.it

banner-gif
Articolo precedenteAbitazione da costruire, approvato il modello della fideiussione
Articolo successivoProgetto CLIM-ACT! In azione per il clima