Giorgio Bottà: «A tre anni dal lancio della Divisione, bilancio molto positivo.
Da marzo nuovi uffici milanesi in Piazza Affari e nuovi progetti per la sede
in Lussemburgo»

«Interveniamo nella straordinarietà della vita aziendale, siamo impulso al cambiamento per un salto di qualità. Lavoriamo sui numeri, sul fattore tempo, “studiamo” la storia dell’impresa ma guardiamo anche allo scenario nel medio-lungo termine, gestendo l’aspetto emozionale, non trascurabile in questo tipo di operazioni».

A tre anni dal lancio, sono importanti i risultati della Divisione Corporate Finance di Phoenix Capital. Accanto ai nuovi progetti da avviarsi nella sede in Lussemburgo, da marzo 2022 la società veronese di consulenza finanziaria, manageriale e di servizi IT ha inaugurato i nuovi uffici a Milano, nella centralissima Piazza Affari.

A Giorgio Bottà, responsabile della Divisione, chiediamo un primo bilancio su questi anni.

«Il bilancio è più che positivo, nonostante il momento. La nostra consulenza pragmatica e flessibile “gioca” su attività differenti: dal temporary management in ambito CFO alla ricerca di equity partner, all’advisory per comitati di investimento. Poniamo le società-clienti in un nuovo contesto di sviluppo e cogliamo tutte le opportunità che possono concorrere a questa evoluzione: acquisizioni o M&A, ricerca di capitali e accesso ai mercati del capitale, valutazione di partnership industriali e commerciali, attività di due diligence, ottimizzazione finanziaria e rating advisory. Guardando, sempre, al contesto internazionale». 

Lavorate su Industries molto innovative. Quali?

«Con funzioni di advisor e temporary finanziario in ambito CFO siamo su più Industries. L’ ambito core è quello assicurativo e finanziario, ma abbiamo chiuso importanti operazioni nei settori della Cybersecurity, nell’Insurtech e nell’IoT, nel Luxury e nella Sport Industry».

Gallery

Il vostro è un approccio sostenibile e con una visione imprenditoriale. In che senso? 

«Seguiamo il “qui ed ora” della straordinarietà – troviamo investitori, ristrutturiamo l’azienda, rimoduliamo la governance, individuiamo sponsor per il cambiamento – ma immaginiamo anche gli sviluppi a medio-lungo termine, con partner innovativi. Nel post-operazione straordinaria accompagnando il cliente/partner con una consulenza day by day che attinge alle ampie competenze di Phoenix. Valutiamo, infine, l’ingresso di Phoenix nel capitale delle iniziative che seguiamo (equity for fee). E qui dimostriamo al cliente che ci crediamo quanto lui». 

Siete operativi anche in Lussemburgo, quali i progetti futuri?

«Con il partner Projet Grund SA l’obiettivo è quello di costituire un fondo di investimenti in cui veicolare alcuni interessi molto particolari per la crescita di comparti ben identificati. Lavoriamo per ampliare l’accesso ai capitali, gestiamo il portafoglio clienti su investimenti ad alto potenziale e ci stiamo aprendo al tema attualissimo degli investimenti ESG».

Contatti

Phoenix Capital Iniziative di Sviluppo S.r.l.

www.phoenixcapital.it

Tel. + 39 045 8032060

e-mail. press@phoenixcapital.it

Seguici su Linkedin e FB

banner-gif
Articolo precedenteAgribi e Ronda, parte il primo corso per i migranti vittime delle tratte
Articolo successivoTerreni agricoli e edificabili, caratteristiche degli uni e degli altri