Ha fatto il suo debutto in grande stile, e con una chiara forza innovativa, lo scorso maggio, a Milano. Il brand WITHU, di proprietà di Europe Energy, la multiutility veronese fondata nel 2008 dall’ingegnere Matteo Ballarin, ha introdotto nel mercato nazionale un’offerta integrata, inedita e intelligente che racchiude in un unico contratto, e con un unico referente, la fornitura di energia elettrica, gas, connettività tramite fibra ottica e telefonia mobile con l’attivazione di schede sim a prezzi molto competitivi.

«L’idea che ci aveva spinto lo scorso anno ad affacciarci sul mercato con questa nuova veste era nata da una parte per finalità “corporate”, puntando a diventare una Util-tech di riferimento, in Italia e in Europa, fornendo un incomparabile servizio al cliente; dall’altra guardando proprio al cliente e ai suoi reali bisogni, alle sue reali esigenze, offrendo delle soluzioni» commenta Matteo Ballarin.

WITHU, infatti, mette a disposizione un unico call center, un unico documento riepilogativo, un unico riferimento commerciale, un’unica app per il monitoraggio di tutte e quattro le forniture e servizi, aggiungendo il prezzo all’ingrosso (senza ricarico da parte dell’azienda) di energia e gas.

Oltre a questo, anche una connessione internet fino a 1 Gb/s (a 22 euro al mese) e una rete mobile 4G tra le più veloci e performanti del momento (a 4 euro al mese con 10 GB di traffico, 1000 minuti e 100 sms). 

«A distanza di quasi un anno possiamo ritenerci soddisfatti – prosegue il presidente Ballarin –. Dopo il lancio a maggio del 2019, a settembre è partita la vera commercializzazione dell’offerta e i primi riscontri sono positivi, WITHU sta andando bene».

Gli ostacoli iniziali per il marchio veronese, in un mercato nuovo e molto competitivo, sono stati l’iniziale diffidenza da parte dei clienti dovuta alla novità dell’operatore, in particolare nei settori della connettività e della telefonia, e lo sforzo di far capire sempre al cliente finale che in un’unica bolletta ha il riepilogo complessivo delle principali utenze che, se analizzate singolarmente, dimostrano reali e concreti vantaggi in termini economici.

«Non siamo abituati a ricevere in un unico momento un conto cumulativo dei nostri consumi. WITHU ci fa capire da una parte quanto spendiamo per avere le principali forniture necessarie alla nostra quotidianità, dall’altra l’evidente vantaggio economico ottenuto grazie all’ottimizzazione dei servizi erogati da un unico fornitore».

Il brand scaligero è stato protagonista di recente in alcuni spot televisivi sulle reti nazionali, con protagonista il già campione del mondo di Moto2 Franco Morbidelli, e grazie a questa visibilità il riscontro è stato immediato: «Abbiamo registrato nei giorni immediatamente successivi un picco di nuovi contratti, – sottolinea Ballarin – al quale abbiamo fatto seguire dei sondaggi telefonici per la riconoscibilità del marchio che hanno dato un feedback molto buono. Siamo convinti che serva tempo e, soprattutto, costanza da parte nostra per consolidare nella mente del nostro potenziale cliente la forza innovativa di questa proposta commerciale. Dal canto nostro siamo certi che porterà degli ottimi risultati».

A destra, Franco Morbidelli, pilota di MotoGP e testimonial di WITHU.

Matteo Ballarin è consapevole di essere entrato in un mercato, come dicevamo, affollato e competitivo, specie se parliamo di internet e fonia.

«Il nostro obiettivo non è quello di sostituirci a un grande operatore presente sul mercato o voler arrivare a quel livello, in questo momento non saremmo pronti e non è quello che desideriamo. – aggiunge il chairman della multiutility scaligera. – WITHU è nata per offrire ai già clienti, e a quelli che verranno, una soluzione smart, che nostro avviso mancava, e che potesse aiutare e semplificare la vita del cliente stesso».

Nel frattempo il marchio WITHU sta proseguendo la sua ascesa mediatica grazie alle sponsorizzazioni nel MotoGP, in Moto2 e Moto3, in collaborazione con la scuderia Petronas, e nel rally.

«La sponsorizzazione nel mondo rallystico è nata grazie all’amicizia con il pilota veronese, già campione italiano, Umberto Scandola – conclude il presidente Ballarin –. Quello dei motori è un settore che ci rappresenta: grinta, adrenalina, tecnologia e innovazione sono i nostri capisaldi. Tornando alla due ruote, da qualche mese siamo tra gli sponsor ufficiali della Sky Racing Team VR46, la squadra nata dalla collaborazione tra il colosso multimediale e il campionissimo Valentino Rossi».

WITHU è attiva anche nel basket come main sponsor dell’A.S. Cestistica Verona e, per il secondo anno consecutivo, main sponsor anche di BB14, la principale formazione di Bergamo. Una partnership, quest’ultima, che si è rafforzata ulteriormente con l’ingresso di Matteo Ballarin nella struttura societaria.

Annunciata pochi giorni fa, infine, la collaborazione con il Verona Rugby della presidentessa Raffaella Vittadello.