Con l’avvicinarsi del cambio stagione la pelle manifesta esigenze diverse. Per affrontarle al meglio si può prendere ispirazione da un rituale noto da secoli per purificarla in profondità e stimolare la circolazione sanguigna. Si tratta del bagno di vapore, semplicissimo da fare a casa, arricchendo l’acqua con oli essenziali.

Vediamo il procedimento passo dopo passo. 

  • Struccarsi e detergere il viso è il primo passo necessario per massimizzare i benefici del bagno di vapore. La pelle è pronta quando non c’è più traccia di trucco e dopo averla lavata con il consueto detergente. 
  • Scaldare un litro e mezzo d’acqua e, quando è “fumante”, trasferirla in una ciotola capiente di legno o plastica.
  • Aggiungere all’acqua qualche goccia di olio essenziale, magari di lavanda o di limone. In alternativa, se non si hanno oli essenziali in casa, si può mettere nell’acqua anche del tè verde in foglie. 
  • Mettere il viso sull’acqua in modo da ricevere il vapore senza scottarsi (una buona distanza è di circa 20 centimetri, ma può aumentare se la pelle è delicata), con un asciugamano sopra la testa in modo da concentrare il più possibile il vapore. Restare in posizione per 10 o 15 minuti. 
  • Una volta terminato lavare il viso e applicare un buon idratante.