teatro sangiovanni
Desidera Teatro Oscar, con Giacomo Poretti, regia Andrea Chiodi

Il Cinema Teatro Astra è pronto a riaccendere i riflettori del palcoscenico e a dare il via alla 35^ rassegna teatrale “Teatro SanGiovanni”, organizzata da Altri Posti in Piedi, con il patrocinio e il contributo del comune di San Giovanni Lupatoto. Un cartellone ricco che, da febbraio a maggio, darà l’opportunità agli spettatori di godersi ben tre stagioni teatrali diverse, tra cui: il Teatro Prosa, il Teatro Famiglie e il Teatro Off. A chiudere il 2022 di “Teatro SanGiovanni” sarà il Festival del Teatro a maggio.


L’avventura di “Teatro San Giovanni” parte giovedì 3 febbraio con il Teatro Prosa e un volto noto dei palcoscenici e cinema italiani: Giacomo Poretti, con il suo “Chiedimi se sono di turno”. Diretto da Andrea Chiodi, Poretti esplorerà, con un monologo intenso e ironico, che attinge alla sua esperienza personale, l’universo dell’ospedale racchiuso in un unico e ambiguo oggetto: il pappagallo.

A seguire, sabato 12 febbraio, sarà la volta del testo Goldoniano “La bancarotta” di Cantieri Invisibili. Sul palco, Alberto Bronzato, Giulia Cailotto, Andrea de Manincor, Ermanno Regattieri, Matteo Spiazzi e Simone Toffanin, con la regia di Matteo Spiazzi. La storia racconta la bancarotta di un mercante di tessuti, che diventa metafora del fallimento di un sistema sociale e relazionale restando a cavallo tra la tragedia e la commedia.

Il Teatro Prosa prosegue con “Il misantropo e lo spazzacamino” di Teatro Arso con Alessandro Apostoli, Miriam Bertoldo, Laura Gaspari, Davide Girotto, Stefano Vantini e Giorgia Zambelli. Lo spettacolo racconta la storia di Chiffonnet, borghese parigino attorniato da amici disonesti, che incontrerà e assumerà uno spazzacamino con il compito di non mentirgli mai.

La prosa chiude il mese di febbraio, domenica 27, con “Smarrimento”, monologo scritto e diretto da Lucia Calamaro per e con Lucia Mascino. Si tratta di un elogio al cominciare e viene dichiarato attraverso la figura di una scrittrice in crisi. Lucia Calamaro è una delle più interessanti drammaturghe e registe italiane. Vincitrice di tre premi UBU e del premio Hystrio alla drammaturgia nel 2019. Lucia Mascino, attrice poliedrica, ha una carriera che spazia dal teatro al cinema con numerosi premi e candidature alle spalle.

Il Teatro Off prende il via domenica 13 febbraio con “Tutta colpa di noi” e gli Allievi dell’Accademia Internazionale di Teatro di Roma. Sul palco Sara Todisco, Francesca Cordioli, Massimiliano Viola e Federico Valdi racconteranno la storia di tre coppie alla ricerca di una quotidiana “anormalità”.

Il cartellone di febbraio termina con Altri Posti in Piedi che aprirà il Teatro Famiglie, domenica 20 febbraio, con un classico della letteratura per l’infanzia: “Il gatto con gli stivali” di e con Marco Pomari e Noemi Valentini.

«Ho iniziato, come tanti, a strappare biglietti per poter vedere gli spettacoli. – spiega il direttore artistico Marco Pomari – Ho visto montare e smontare spettacoli con la curiosità di un ragazzo che voleva “fare teatro”. È questo che mi ha mosso, spinto e provocato. Questo ha fatto sì che continuassi ad immaginare, sognare e desiderare proprio qui, dentro l’Astra. È questo che mi sono ricordato scegliendo gli spettacoli di questa nuova rassegna, la mia prima da direttore artistico. La 35ª Rassegna di Teatro SanGiovanni continua nella stessa direzione di sempre, con nomi importanti e compagnie locali. Grazie a Ugo Massella, grazie a tutta la squadra di Altri Posti in Piedi e grazie al comitato del Cinema Teatro Astra che ci ha affidato un luogo a noi caro, per farlo vivere ancora a lungo».

banner-gif
Articolo precedenteQuando è il Progno a parlare: il cimbro secondo Riccardo Ferracin
Articolo successivoSalmon Magazine e Farfojo, insieme per la mappa della Lessinia Occidentale