Giovedì 26, venerdì 27 e sabato 28 maggio al Teatro delle Maddalene di Padova, il drammaturgo e attore veronese Nicolò Sordo andrà in scena con la mise en space di T’ank you veddy much, scritta e diretta da Filippo Quezel, all’interno della rassegna “Reading is Fundamental” del Teatro Stabile del Veneto. Il progetto è tra i vincitori del bando MaturAzione del Teatro Stabile del Veneto selezionato da una commissione composta da Carlo Mangolini, Lorenzo Maragoni e Giuseppe Morassi. 

T’ank you veddy much è la prima regia teatrale di Filippo Quezel, attore e filmmaker padovano con una lunga esperienza sul palco (Babilonia Teatri, Teatro dell’Elfo, Teatro  Stabile del Veneto ed ERT) e vari cortometraggi ben accolti dal pubblico e dai festival: il corto Tinder è selezionato al Lago Film Fest 2022; il documentario Non lo so invece alla 27a Edizione di Visioni Italiane e proiettato alla Cineteca di Bologna.  

Per T’ank you veddy much, Filippo Quezel ha scelto Nicolò Sordo in veste di attore e collaboratore alla drammaturgia insieme ad Elena Antonello, Norman Quaglierini, Valeria  Segna e Laura Serena. In scena cinque attori si domandano se sia ancora possibile divertirsi a teatro, usando come metodo di studio il lavoro di Andy Kaufman (New York,1949 – West  Hollywood,1984). Kaufman era, come dicono tutti, un comico. Lui però sosteneva di essere un cantante e un ballerino ripetendo spesso di non aver mai fatto una battuta in vita sua.  

«Filippo – afferma Nicolò – è prima di tutto un amico e poi un collega. Ci siamo conosciuti  al Teatro Verdi di Padova lavorando con il regista Giuseppe Emiliani. Per anni abbiamo  desiderato collaborare insieme e T’ank you veddy much si è rivelata l’occasione giusta in  cui far confluire l’amore per il “weird” di Filippo con il mio senso dell’umorismo. Vogliamo  soprattutto divertirci, è fondamentale per noi non perdere la voglia di giocare e  sperimentare come due bambini.” La collaborazione tra Nicolò Sordo e Filippo Quezel continuerà con il debutto a ottobre al Romaeuropa Festival per la regia di Babilonia Teatri  con la messa in scena di Ok Boomer (anch’io sono uno stronzo) di Nicolò Sordo vincitore  del 14mo Premio Riccione “Pier Vittorio Tondelli”». 

banner-gif
Articolo precedenteABEO Family – A special Fashion Show: sfila la solidarietà
Articolo successivoUn milione e mezzo per la villa romana di Negrar