Rilanciare l’enoturismo in Valpolicella in sella ad una bici. È questa l’idea che ha stuzzicato l’associazione de Le Famiglie Storiche dell’Amarone che, come compagno di viaggio, hanno scelto Bike & Wine Press, format nato dall’intuizione di due giornalisti-ciclisti, Andrea Guolo e Giambattista Marchetto, che hanno voluto rilanciare un comparto strategico da 2,5 miliardi stimati di giro d’affari, “mettendo in sella” i giornalisti per attraversare l’Italia del vino e visitare le cantine presenti sui territori interessati, eliminando auto, pulmini, gas di scarico e file per i parcheggi, e vivendo con le e-bike l’esperienza del turismo del vino in totale armonia con la natura.

Il 19 aprile, dopo un brindisi d’obbligo all’Antica Bottega del Vino di Verona davanti a giornalisti e ad alcuni membri delle Famiglie Storiche, i due sono partiti per un bike-tour di quattro giorni che li porterà ad esplorare i vigneti e le terre della Valpolicella, in particolare quelle delle 13 Famiglie.

Alcuni membri dell’associazione si uniranno durante il viaggio ai due ciclisti, che per l’occasione hanno noleggiato due bici con pedalata assistita di un colore che non passa certo inosservato. Il messaggio è che tutti possono cimentarsi in un’impresa del genere, o se non altro, passare una bella giornata in bicicletta alla scoperta del territorio veronese.

Tra le soste previste (talune con pernotto) la corte cinquecentesca del relais dentro al parco naturale di Musella, la locanda e il glamping Brigaldara che sta nascendo in località Case Vecie, la spa presso l’Hotel Villa Quaranta, le possessioni dei conti Serego Aligheri, discendenti diretti di Dante, parte del mondo Masi, lo storico giardino all’italiana di Pojega proprietà Guerrieri Rizzardi, e ancora la raffinata Villa della Torre Allegrini, prezioso gioiello del Rinascimento Italiano. Pic-nic e light lunch in vigna, degustazioni in cantina accompagnate da taglieri di salumi e formaggi, visite di musei aziendali completeranno il tour trovando spunti di divertimento per ogni livello di conoscenza.
 
«L’idea di organizzare un Bike & Wine Press nella Valpolicella de Le Famiglie Storiche ci è sembrata fin da subito molto affine allo spirito dell’enoturismo che facciamo vivere a chi viene a trovarci in vigna e in cantina – spiega Alberto Zenato, presidente de le Famiglie Storiche e lui per primo appassionato ciclista- perché invita a fare una lettura diversa del nostro territorio. Le 13 Famiglie insieme rappresentano una diversità di sfumature della Valpolicella che danno una grande varietà d’interpretazione dello stesso vino Amarone: tappa dopo tappa si completa una rappresentazione che nel mondo non ha davvero eguali».

banner-gif
Articolo precedenteAvere l’arte scolpita nell’anima
Articolo successivoRiparte il progetto Convivio, Amia in prima linea