Un agente consegna al bombola al signore anziano presso il suo domicilio.

È una storia di solidarietà e vicinanza quella che ha coinvolto ieri notte un anziano signore di 73 anni e due agenti delle Volanti della Questura di Verona.

L’uomo, che ha da poco subito un intervento chirurgico e vive da solo in Corso Venezia, ha chiamato il 113 verso l’una, chiedendo aiuto in quanto respirava a fatica e aveva bisogno di una nuova bombola di ossigeno.

I due agenti hanno preso contatti con la più vicina farmacia di turno, dove hanno prelevato una bombola di ossigeno, portandola subito all’anziano.

Gli agenti si sono poi assicurati che l’uomo attivasse correttamente la nuova bombola e sono rimasti con lui, rassicurandolo e facendogli compagnia, fino a quando hanno appurato che l’anziano si era ripreso ed era in buone condizioni di salute.

Prima di salutare gli agenti, l’uomo li ha ringraziati calorosamente per l’aiuto ed il sostegno manifestati dai poliziotti.

Una storia a lieto fine che testimonia ancora una volta la vicinanza delle donne e degli uomini della Polizia di Stato a tutta la cittadinanza e, in particolare, a chi si trova in difficoltà.