andrea conti

Ciao Andrea campione di handbike e nella vita! Volevi «fare l’atleta….» e il tuo sogno si è realizzato: tre volte campione del Giro d’Italia 2015, 2016 e 2019 e ti stavi allenando per quello targato 2021. Sognavi un’altra medaglia, ma “d’improvviso, ti trovi a vivere un’altra vita, completamente diversa da come la sognavi……”, sono le parole da te scritte nella copertina del tuo libro che rimarrà a testimonianza della tua gioia di vivere.

Ti conobbi un giorno, verso la fine del 2000. Collaboravo all’Informatore Agrario, dovevamo assumere un impiegato del “collocamento mirato”, qualcuno ha fatto il tuo nome. Tu allora nella tua Cerro eri molto conosciuto, perché suonavi e cantavi nelle celebrazioni importanti, ma uscire da quel “guscio” ti faceva un po’ paura. Lavorare con noi era un’occasione importante, con tutte le sue incognite ovviamente, ma perché non provarci? Intervenne anche l’allora sindaco di Cerro, Carlo Capobianco, e arrivasti.
I proprietari e i colleghi ti accolsero bene: il tuo volto sorridente dimostrava la pace nel cuore e hai conquistato tutti. Per te, il 2 gennaio 2001, è cominciata una nuova vita: hai coronato il tuo sogno del lavoro e iniziato una vita di relazioni sociali importanti.

Che dire di quando presentavi la tua esperienza nelle scuole e negli incontri per la sicurezza sulla strada? Portavi la tua esperienza dell’incidente, a 18 anni, con semplicità e serenità, dimostrando che una sedia a rotelle non basta per frenare la volontà di realizzare i propri obiettivi. Il tuo coraggio e il tuo entusiasmo è sempre stato contagioso. Ovunque hai portato serenità, così nessuno ti ha mai guardato con pietismo. Eri uno di noi. Forte e pronto ad affrontare ogni giornata, con rinnovata gioia nel cuore.

Grazie mille Andrea per il tuo coraggio, la tua forza di volontà e la capacità di trasmetterli. Da lassù, oltre a vegliare sulla tua amata Elena e la tua adorata Veronica, veglia anche su tutte le persone che hai incontrato in questa vita: loro non ti dimenticheranno mai. Te lo assicuro.

Articolo precedenteMcDonald’s ripulisce Peschiera del Garda da 300 kg di rifiuti
Articolo successivoEsselunga e Banco Alimentare, donate ogni anno 1.500 tonnellate di prodotti ai bisognosi