Venerdì 19 novembre, dalle 14.30 alle 17.30, la cooperativa sociale Yeah organizza un webinar gratuito per sensibilizzare le aziende e i lavoratori sul tema del caregiving: un’occasione per fare chiarezza su una problematica che riguarda, in Italia, circa 8 milioni di persone, appunto i “caregiver”, che si occupano di un famigliare non autosufficiente e/o in una situazione di disagio psico-fisico in parallelo al proprio impiego principale.

L’evento online, dal titolo “Quali politiche di sollievo per i dipendenti caregiver?”, sarà un momento di riflessione e discussione sul rapporto tra caregiving e welfare aziendale a trecentosessanta gradi: saranno pertanto esplorate le difficoltà che i dipendenti che hanno in carico un famigliare devono affrontare ogni giorno per rispondere, contemporaneamente, alle sue necessità e a quelle aziendali e, dall’altro, le criticità per i colleghi e l’azienda stessa, che deve organizzarsi e trovare soluzioni efficaci per venire incontro alle esigenze del dipendente pur mantenendo determinati standard di performance e soddisfazione del cliente.

Come si legge dalla scheda di presentazione del webinar della cooperativa Yeah, «il costante aumento dei caregiver lavoratori ha un notevole impatto sulle aziende, sia in termini di assenteismo, uscita anticipata dal mondo del lavoro, rischio di burnout legato a maggiore stress, preoccupazione e fatica emotiva»; quale partner responsabile per la provincia di Verona del progetto “Rete Caregiver: Il Paziente Riscoperto”, con questo incontro online Yeah vuole rispondere alle domande di entrambe le parti mettendo in evidenza come «il welfare aziendale possa essere un importante strumento di sostegno alla conciliazione tra vita professionale e vita privata dei caregiver» e presentando inoltre i servizi che un’azienda può questi ultimi, oltre che le buone pratiche da adottare per migliorare il benessere di tutti nell’ambiente di lavoro.

«Dobbiamo fare chiarezza sulla figura del caregiver – sottolinea Fabio Lotti della cooperativa Yeahspesso confusa con altre professionalità. Stiamo parlando, nel nostro caso, non di un professionista, ovvero di un infermiere, ma di un famigliare che deve occuparsi per esempio della gestione di un parente con disabilità, di padre o una madre anziani non autosufficienti, un figlio o una figlia con problematiche psico-fisiche e di salute: obiettivo sarà quindi quello di mettere sul tavolo i bisogni del caregiver e quelli dell’azienda, facendo luce sulle possibilità di conciliazione tra le due situazioni».

Il programma del webinar è così strutturato: si partirà con un’introduzione sul progetto “Rete Caregiver: Il paziente riscoperto”, per proseguire con “Il welfare aziendale e il caregiver familiare: motivazioni e obiettivi”, “Esperienze aziendali e di servizi mirati”, “L’importanza dell’accessibilità sul luogo di lavoro” e infine “Risorse digitali per i caregiver”. In particolare, per quest’ultimo punto, sarà presentata un’applicazione utile per coloro che si prendono cura dei famigliari in difficoltà.

Per partecipare gratuitamente e ricevere il link al webinar è sufficiente compilare il form di iscrizione a questo link.

Per maggiori informazioni: info@progettoyeah.it o consultare la pagina Facebook dell’evento.

Leggi Pantheon 127

Articolo precedenteLotteria sostenibile Monteverde, raccolti 38mila euro per l’acquisto di un nuovo pulmino
Articolo successivoJacopo Grobberio, sogni che sfrecciano su quattro ruote