servizio civile per anziani

In collaborazione con il Comune di Verona, l’Associazione Alzheimer Verona ODV organizza un convegno che si terrà il 22 gennaio 2022 presso l’Auditorium della Gran Guardia di Verona dal titolo “Covid-19 e anziani fragili: nuovi orizzonti contro la solitudine”.

L’iniziativa è l’evento conclusivo di un progetto finanziato dalla Regione Veneto e dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, che l’Associazione ha realizzato nel corso del 2021 con attività per anziani fragili e corsi di formazione specifici per caregivers. La prima parte del convegno, a carattere scientifico, vedrà l’intervento di stimati docenti universitari e di medici per l’aggiornamento sulle ultime ricerche specialistiche e le conseguenze della pandemia sulla presa in carico delle famiglie con anziani fragili da parte del nostro sistema socio-sanitario.

Per quanto riguarda l’aspetto sociale, seguiranno le presentazioni di un video inedito intitolato “Nella salute e nella malattia”, e poi i risultati di un questionario online realizzato dall’Associazione in cui è presente un’analisi dei disagi e delle problematiche che il COVID-19 ha creato soprattutto agli anziani e alle loro famiglie. Durante questo difficile periodo tuttavia, le attività sono sempre state seguite costantemente in sicurezza, con l’obiettivo di mantenere vivo il rapporto con l’ammalato. La realizzazione di questo progetto umanitario è stata possibile grazie alla ventennale esperienza dell’Associazione stessa, dei Servizi Sociali del Comune di Verona, dell’Ulss 9 Scaligera ed infine alla collaborazione dell’Associazione padovana “Anziani a casa propria”.

Il convegno chiuderà con una lectio magistralis del noto psichiatra Vittorino Andreoli. Lo scopo è stimolare tutta la Comunità a migliorare la responsabilità sociale nel chiedersi quali prospettive ci aspettano per il nostro futuro di anziani.

Crediti formativi

Sono previsti n.4 crediti formativi per le seguenti categorie professionali: Medici Chirurghi specialisti in Geriatria, Medicina Fisica e riabilitazione, Neurologi, Psichiatria, Ortopedia e traumatologia, Medicina generale (Medici di Famiglia), Continuità assistenziale, Scienza dell’alimentazione e dietetica, Audiologia e foniatria – Psicologi specialisti in psicologia e
psicoterapia – Assistente Sanitari – Fisioterapisti – Educatori Professionali – Logopedisti, Assistenti Sociali.

L’evento sarà comunque rivolto all’intera cittadinanza in particolare ai caregivers, ai volontari, agli studenti di ambito sociale con l’obiettivo di fornire un supporto concreto.

Articolo precedenteAdozioni: l’ULSS 9 promuove nuove attività per le famiglie
Articolo successivoA Minerbe un tour virtuale per scoprire la scuola