GERMANY - APRIL 03: Shelves with folders. (Photo by Ulrich Baumgarten via Getty Images)

«Un diaframma che collega il paese reale al paese legale, identificando il paese legale nella burocrazia imperante in questa nostra Italia». Nasce per questo Terra di Mezzo, associazione di volontariato senza scopo di lucro che si dedica agli altri per rispondere alle esigenze della propria comunità, con il proprio tempo e le risorse a disposizione.

Si può aiutare in molti modi e la fervente realtà del volontariato nel Veneto e in Italia lo dimostra: Terra di Mezzo ha scelto di informare, perché nella Babele della comunicazione ci si perde, si è disorientati dalla quantità di dati e informazioni che si hanno disposizione. In una realtà in così rapida evoluzione occorre un aiuto per capire anche solo dove rintracciare le informazione giuste. Grazie al suo lavoro, questa associazione cerca di aiutare famiglie, cittadini e amici a capire e risolvere i piccoli e grandi problemi nella gestione della vita quotidiana.

«Siamo un’associazione di volontariato» ha detto il presidente Renato Pilastro, «perché crediamo che sia giusto offrire il nostro tempo e la nostra esperienza per fornire assistenza a chi ne ha bisogno. Chiediamo solo il necessario, senza lucrare su ciò che è di tutti: il diritto all’informazione e alla tutela».

Proprio per questo, Terra di Mezzo è operativa nell’assistenza inerente alla previdenza sociale INPS, pensioni, assegni famigliari, oppure per il canone di abbonamento RAI e la sua disdetta, o ancora per sistemare situazioni spiacevoli con Sky e Telecom. Ultimo, ma non meno importante, è attiva anche per risolvere questioni inerenti ai contratti di telefonia mobile, fissa, bollette luce, acqua e gas. Si tratta spesso di normali procedure diventate indecifrabili o burocraticamente complesse. Basti pensare anche al lavoro di alcuni uffici pubblici che operano esclusivamente tramite web rendendo i servizi molto complessi per un’ampia fetta di cittadini.

«Siamo in continuo aggiornamento e cerchiamo di ampliare le nostre conoscenze» ha continuato Pilastro, «in modo da poter fornire un servizio utile e aggiornato. A questo scopo privilegiamo la costruzione di legami con professionisti, enti (come il Patronato ENASC, ndr) o associazioni specializzate per poter offrire continuamente maggiore garanzia di affidabilità».

L’Associazione ha di recente chiesto e ottenuto dal Comune di Zimella uno spazio presso la Sala Civica di Via Molini, per offrire consulenza ai cittadini il secondo e il quarto giovedì del mese dalle ore 9:00 alle ore 12:00, mentre una seconda sede è ospitata alla Locanda Anita di Stallavena di Grezzana, operativa i prossimi martedì 17 settembre, 8 ottobre, 12 novembre e 10 dicembre dalle ore 20:30 alle ore 22:00.

Chi volesse maggiori informazioni può utilizzare il numero di telefono 342.0082954 dal lunedì al venerdì dalle ore 18:00 alle ore 20:00 o scrivere a terradimezzo@culturaeinformazione.net