Donare una giornata di lavoro per aiutare le persone fragili del territorio. È questo l’obiettivo della prima giornata del volontariato, chiamata “E-Impact Day”, di Everel Group realizzata nei giorni scorsi in collaborazione con la Fondazione Historie Onlus di Villafranca che si occupa di minori, adulti e anziani con disabilità o fragilità mentale. Durante la giornata, un terzo dei dipendenti di Everel che hanno aderito all’iniziativa, si sono occupati di una serie di mansioni nelle diverse sedi della Fondazione. Le attività svolte da gruppi di volontari, contraddistinti da magliette colorate, hanno riguardato giardinaggio, pulizie, imbiancatura di stanze e allestimento dell’attrezzatura per la 8° edizione dell’Amaranto Fest a Valeggio sul Mincio. Una giornata apprezzata non solo per il valore sociale ma anche per aver consentito ai partecipanti di fare squadra, trascorrere il tempo con colleghi con cui generalmente non lavorano e migliorare così le relazioni interpersonali.   

«Con questa iniziativa Everel – commenta l’Amministratore Delegato di Everel Group Andrea Caserta – presenta a dipendenti e collaboratori una modalità diversa di come investire il proprio tempo, che è una risorsa preziosa. La proposta dell’azienda di dedicare una giornata, che sarebbe stata di lavoro oppure trascorsa in famiglia o per seguire altri interessi, per svolgere volontariato a favore di enti esterni è stata partecipata e molto apprezzata non solo da chi è già sensibile alla tematica. Siamo soddisfatti del risultato tanto che ripeteremo l’esperienza l’anno prossimo».   

«In Everel Group – precisa Thomaz Zobele, CSR Manager (Corporate Social Responsibility) della Everel Group – la Responsabilità Sociale non è solo uno slogan: vogliamo rendere concreto e tangibile il nostro impegno sociale, ambientale ed economico. Un esempio concreto è la collaborazione sviluppata con la Fondazione Historie Onlus, un ente, che dal 1978, si occupa della cura di persone fragili, sul nostro territorio e che ci ha permesso di realizzare la prima giornata del volontario d’impresa ma in cantiere ci sono altri progetti».  

Le attività di volontariato si sono svolte nelle sedi della Fondazione a Villafranca di Verona e di Valeggio sul Mincio con la presenza degli ospiti delle strutture e degli operatori.  

«La giornata promossa da Everel è per noi una risorsa preziosa e rappresenta in termini di ore la metà di quelle del volontariato che mettiamo a bilancio in un anno. Ringraziamo pertanto l’azienda per il sostegno, per l’opportunità di relazioni e di amicizia», sottolinea Nicola Novagli di Fondazione Historie Onlus.  

Nel 2021 Everel ha creato un Green Team di 12 risorse interne che lavorano trasversalmente sul tema della Responsabilità Sociale d’impresa e che coadiuvano la Governance nelle scelte per renderle eticamente coerenti con gli obiettivi prefissati. «Attualmente il Green Team si sta occupando di 14 progetti che sono gli obiettivi dell’anno 2022 e che saranno rendicontati all’interno del nostro primo Bilancio di Responsabilità Sociale che stiamo concludendo e che sarà pronto a settembre», conclude Valeria Zampieri, Group HR & Communication Director.

banner-gif
Articolo precedenteSuccessioni internazionali, ci sono importanti novità
Articolo successivoAvere un armadio “sostenibile” si può: lo spiega Fevoss