just italia
La sede di Just Italia a Grezzana

È un appuntamento imperdibile con la solidarietà veronese. Come ogni anno, in autunno, Fondazione Just Italia ha selezionato i Progetti da sostenere nel 2021-2022 a Verona e provincia, mettendo a disposizione di 8 Associazioni Non Profit un importo di 100.000 Euro.

Un sostegno prezioso che consentirà, ancora una volta, di portare avanti iniziative di aiuto e assistenza e di migliorare la qualità di vita di tante persone. Un impegno cui la Fondazione – costituita nel 2008 dall’omonima azienda veronese che distribuisce tramite vendita a domicilio i cosmetici svizzeri Just  – non è mai venuta meno, basti pensare che in 13 anni la Fondazione ha sostenuto progetti di solidarietà, nazionali e locali, per oltre 5,4 milioni di Euro.

Gli 8 Progetti vincitori del bando locale attivo da gennaio a giugno 2021, sono stati selezionati dal CDA supportato dal Comitato di Gestione della Fondazione; sono emblematici di situazioni e contesti “difficili” e di esigenze locali molto sentite, da affrontare con responsabilità e generosità.

Ma vediamoli più da vicino:

“PER LA PREVENZIONE DEL MELANOMA, oltre al COVID 19”

Gli screening oncologici, inclusi quelli sul melanoma, hanno subito una brusca frenata durante la pandemia. Lo conferma l’Osservatorio Nazionale Screening segnalando ben 2,5 milioni di mancati controlli ed esami. I pazienti oncologici hanno disertato le visite di controllo per timore del virus e buona parte del personale sanitario è stata destinata a fronteggiare la pandemia. Per questo, è di particolare rilevanza l’iniziativa di Fondazione ANT che si propone di sensibilizzare la popolazione sui problemi legati al melanoma anche attraverso il “BUS Mobile della Prevenzione”. Il bus, un vero e proprio “ambulatorio su strada”, offrirà consulti in varie zone di Verona ed effettuerà 8 giornate di screening gratuito a circa 200 cittadini veronesi.  Il contributo previsto per Fondazione ANT è di € 20.000.

“FUMO E ALTRE STORIES“

Nella tematiche della prevenzione si inserisce il Progetto “Fumo e altre stories” della Fondazione Umberto Veronesi.  I rischi del fumo sono legati sia alle sigarette tradizionali sia a quelle elettroniche. Il rapporto 2018 dell’ Istituto Superiore di Sanità rileva, infatti, che ben il 47% dei giovanissimi fuma o “svapa” occasionalmente, mentre 1 minorenne su 10 è un fumatore abituale. Il progetto della Fondazione Veronesi prevede 7 mesi di incontri nelle scuole secondarie di Verona e Provincia per informare e sensibilizzare, con il supporto di divulgatori scientifici, ben 1500 studenti fra gli 11 e i 13 anni. il Progetto, coerente con le abitudini e il linguaggio degli adolescenti, è anche creativo. I ragazzi potranno infatti elaborare delle stories ispirate ai format dei social media, da “raccontare” attraverso il sito creato da Fondazione Veronesi (https://fumoealtrestories.fondazioneveronesi.it). Il supporto di Fondazione Just Italia a questa iniziativa è di € 12.000.

“IMMAGINARE IL FUTURO CON L’ARTE”

È della Onlus genovese MUS-E-Italia il Progetto “Immaginare il futuro con l’arte”, un’iniziativa che riconosce all’arte il formidabile ruolo di strumento formativo e veicolo di messaggi positivi. In 2 scuole primarie di Verona, collocate in aree ad elevata marginalità sociale, economica ed educativa, verrà sviluppato un programma di Laboratori guidati da artisti professionisti, per aiutare i bambini a comprendere lo straordinario valore della bellezza e dell’arte e impiegarlo come strumento per esprimere il vissuto legato al lockdown e alle attività didattiche “a distanza“ cui sono stati costretti in questi mesi. Sono previsti 18 incontri con cadenza settimanale, articolati su 5 percorsi per ogni classe, ciascuno dei quali tratterà diverse discipline artistiche ( teatro, danza, musica, ecc). Da Fondazione Just Italia arriverà alla Onlus genovese un supporto di € 9.700.

“STAMMI VICINO”

Il disagio non colpisce solo i bambini… Per molti ragazzi che vivono fuori dal proprio nucleo familiare, in strutture di accoglienza o affido, il compimento del 18° anno – che comporta l’uscita obbligata dai percorsi di accoglienza – può essere traumatico. A 4 di questi ragazzi neomaggiorenni è dedicato il progetto di cohousing “Stammi Vicino“ dell’Associazione Agevolando che prevede l’inserimento in un appartamento in condivisione, con il supporto di un educatore, per favorire la costruzione di una vita sempre più autonoma e ridurre il senso di isolamento e abbandono. Nel progetto verranno utilizzati strumenti innovativi quali una APP mobile sull’area di Verona e un laboratorio di storytelling fotografico. Al progetto “Stammi Vicino”, Fondazione Just Italia ha destinato un sostegno di € 10.000.

“IN SUPER FOOTBALL”

Si chiama Insuperabili la Onlus di S. Ambrogio in Valpolicella (VR) che ha messo a punto il Progetto “In Super football” per la creazione di una speciale Scuola di calcio, guidata da un team multidisciplinare di professionisti sportivi e psicoeducativi, per 15 ragazzi disabili  che ne beneficeranno sotto il profilo motorio, cognitivo e delle relazioni interpersonali. L’iniziativa nasce dalla  consapevolezza che  ben l’80% delle persone disabili non pratica alcuna forma di attività fisica. Agli adolescenti che parteciperanno al Progetto sono destinati 9 mesi di calcio con due allenamenti settimanali. La Onlus gli Insuperabili riceve da Fondazione Just Italia un sostegno di € 12.700.

“UN TUFFO IN AUTONOMIA“

È ancora lo sport il motore propulsivo del Progetto “Un Tuffo in Autonomia”, messo a punto dalla Associazione Sindrome di Down AGDB Onlus di Verona per promuovere l’autonomia dei giovani con Sindrome di Downanche attraverso attività ludiche e divertenti. In questo caso il nuoto, la cui pratica non potrà che avere un impatto positivo sulla salute fisica e psicologica, favorendo il contatto con nuove persone e nuovi ambienti. A questo contribuirà un Team specialistico costituito da una educatrice sanitaria, un tecnico di riabilitazione, un istruttore di nuoto. Al progetto sportivo,  Fondazione Just Italia offre un sostegno di € 5.000.

E sono due i Progetti destinati al mondo femminile, cui Fondazione Just Italia è sempre stata particolarmente vicina:

“MADREPERLA” 

La Cooperativa sociale QUID, affermata per i laboratori sartoriali che danno lavoro a persone in condizioni di fragilità, offre competenze professionali e supporto per un inserimento lavorativo stabile a 7 madri non autosufficienti economicamente, che non hanno mai avuto accesso al mondo del lavoro o che sono inattive da tempo.  Le 7 donne che parteciperanno al Progetto “Madreperla” acquisiranno competenze tecniche e sartoriali attraverso percorsi formativi che le supporteranno nello svolgimento di specifiche mansioni, e nell’orientamento al lavoro. La Cooperativa mette a disposizione delle donne in difficoltà anche uno sportello welfare che favorirà l’accesso a servizi territoriali e di supporto. Fondazione Just Italia sosterrà l’iniziativa di Quid Cooperativa sociale con € 10.000.

“NON TUTTO È CONN(C)ESSO

Per concludere, il progetto Non Tutto è conn(c)esso, dell’Associazione Culturale Valle degli Dei di Grezzana (VR) sviluppa un programma modulare di incontri formativi rivolti a giovani, educatori e genitori per aumentare l’attenzione e la consapevolezza sulla violenza di genere e sull’uso improprio delle comunicazioni digitali. Gli incontri, in 7 Scuole  di altrettanti Comuni veronesi, si avvarranno delle testimonianze e delle competenze di psicoterapeuti, docenti, rappresentanti delle Forze dell’Ordine, avvocati, per fare il punto su temi delicati e scottanti e invitare ad un uso più responsabile dei Social Networks. Il Progetto educativo e formativo riceve un supporto di €20.000 da Fondazione Just Italia.

Articolo precedenteIl meglio della musica italiana nel nuovo libro di Claudio Capitini
Articolo successivoI vertici di AMIA in visita a La Cru dopo la conquista della Stella Verde