valeggio

Ripartono a Valeggio sul Mincio “I Progetti del Cuore”, per garantire il servizio di trasporto sociale gratuito agli anziani in difficoltà e alle famiglie del comune veronese. Il progetto è partito per la prima volta alcuni anni fa e aveva visto la consegna di un’automedica e di un mezzo di trasporto, un Fiat Doblò, completamente attrezzato per il trasporto delle persone in difficoltà e dei soggetti diversamente abili del territorio. A beneficiare dei mezzi è stata la Pubblica Assistenza SOS Volontari Valeggio che continuerà ad avere il Fiat Doblò a disposizione per il trasporto di coloro che vivono in stato di necessità e per gli anziani e l’automedica attrezzata per il trasporto di organi ed ematici donata da Progetti del Cuore Società Benefit srl. Prosegue infatti con continuità il servizio di mobilità gratuita, che sarà attivo per i prossimi anni, durante i quali i mezzi saranno attrezzati e garantiti in maniera integrale: dall’allestimento, alla gestione delle spese (come ad esempio l’assicurazione compresa di copertura casco).

La Pubblica Assistenza SOS Volontari Valeggio potrà gestire gli spostamenti degli ospiti della Casa di Riposo Toffoli che, assieme alle loro famiglie, ogni giorno hanno bisogno di assistenza per i servizi di trasporto. Ne beneficeranno infatti persone con difficoltà motorie, gli anziani in stato di necessità e i soggetti più fragili che hanno difficoltà a sostenere visite mediche o servizi basici.

«Questi mezzi ci sono utili per fare fronte all’emergenza sanitaria che si è acuita in questi due anni di pandemia. – Specifica Thomas Zilio, Presidente della Pubblica Assistenza SOS Volontari Valeggio – I mezzi che “I Progetti del Cuore” ci hanno messo a disposizione si occuperanno del trasporto sociale di una grande fetta della popolazione: assistiamo i bambini con handicap, le persone fragili con problemi di deambulazione, gli anziani che non dispongono di mezzi di trasporto per visite mediche oppure per esami giornalieri. Il momento è complicato, sicuramente avere a disposizione questi mezzi attrezzati ci aiuta a offrire in modo più efficiente sul territorio i nostri servizi: infatti sia come Pubblica Assistenza SOS Volontari Valeggio che come Casa di Riposo Toffoli, usufruiremo dei mezzi nello svolgimento delle loro funzioni sia su Valeggio sul Mincio che nei territori limitrofi per raggiungere i centri ospedalieri di tutta la provincia con una media di sessanta uscite mensili».

A sostenere il progetto anche Annalisa Minetti, che presenta l’iniziativa nell’ambito dei “Progetti del Cuore”: «La mia esperienza personale mi ha resa particolarmente sensibile a tutte le iniziative con cui si cerca di migliorare la vita dei cittadini diversamente abili, al punto di avermi guidato verso i “Progetti del Cuore” come quello che si sta portando avanti a Valeggio sul Mincio: la vocazione di questa iniziativa è quella di contribuire a risolvere il problema, sempre più stringente per l’Amministrazione pubblica e per le associazioni di volontariato, della destinazione di fondi per l’acquisto di mezzi da trasformare e adibire al trasporto dei cittadini con disabilità o ridotta capacità motoria».

banner-gif
Articolo precedenteBardolino, prosegue il progetto per la valorizzazione e la tutela dei canneti
Articolo successivoRiparte “OH!”, progetto per i giovani che cercano lavoro nel settore Food&Beverage