Premiazioni BCC per meriti scolastici
BCC di Verona e Vicenza premia i talenti del territorio.

Ben 444 studenti sono stati premiati dalla BCC di Verona e Vicenza in queste settimane nelle filiali di competenza. I giovani vincitori hanno conseguito voti superiori a 7,5 decimi alle scuole secondarie di secondo grado e superiori a 27 trentesimi nel caso degli studenti universitari.

«Inizialmente erano stato previsto di premiare 400 studenti residenti nella provincia di Vicenza, ma le richieste di ammissione con tutti i requisiti sono state di più – spiega il direttore generale della BCC di Verona e Vicenza Leopoldo Pilati -. Si tratta di ragazzi e giovani meritevoli, che hanno conseguito risultati importanti nello studio e che la nostra Banca sostiene nel loro percorso, riconoscendo così un premio anche alle loro famiglie. Per molti ragazzi, soprattutto per giovanissimi di 14 e 15 anni l’anno scolastico ha presentato ostacoli imprevisti e ha richiesto uno sforzo aggiuntivo. E’ in quest’ottica che BCC di Verona e Vicenza ha valutato un impegno maggiore di sostegno».

Sono stati inclusi infatti 9 studenti universitari e 35 delle scuole superiori che avevano i titoli per ricevere il premio ma che si erano posizionati in graduatoria dopo il 400esimo posto. I premi in denaro sono stati fissati in 200 euro per 159 studenti delle Superiori e in 300 euro per 285 universitari, per uno stanziamento da parte della Banca di oltre 112 mila euro. L’importo maggiorato rispetto alle previsioni del bando è stato assunto dalla banca per ripagare e mitigare in qualche modo le difficoltà incontrate da molte famiglie a causa dell’emergenza socio-sanitaria in corso da mesi.

BCC Verona e Vicenza ha inoltre premiato e valorizzato i migliori talenti dell’area veronese, elargendo 53 borse di studio a studenti diplomati nell’anno scolastico 2020/2021 o laureati tra fine 2020 e 2021. Il concorso Schoolarship si è concluso con l’erogazione di un importo totale di oltre 33 mila euro e con una premiazione online. Nell’area vicentina oltre ai premi in denaro la Banca ha donato piccoli pacchetti azionari con l’opportunità per i giovani di diventare soci. Nella provincia di Verona via libera invece a 15 stages formativi in aziende socie della Banca.

«Abbiamo valutato che fosse importante stimolare il senso di appartenenza al territorio e all’Istituzione banca, proponendo ai premiati un pacchetto di 10 azioni della BCC – precisa il presidente Flavio Piva. Le azioni sono assegnate gratuitamente agli studenti maggiorenni che abbiano in ogni caso i requisiti di ammissibilità a socio. In questo modo diamo a tutti la possibilità di entrare nella vita sociale della cooperativa di credito, aumentiamo la partecipazione attiva e rinnoviamo la nostra base sociale a partire proprio da quelle giovani eccellenze che si sono distinte nell’annualità nel loro percorso di studi e di crescita formativa».

«Nell’area veronese della Banca invece abbiamo fatto quest’anno una scelta diversa, fidelizzando le aziende del territorio socie della BCC e proponendo loro stages formativi nei quali inserire i nostri giovani più adatti a quel percorso lavorativo – aggiunge Piva -. L’intento è quello di incentivare la passione per la coesione territoriale rilanciamo potenziali idee giovani e promuoviamo un crescente senso di responsabilità economica, culturale e sociale».

banner-gif
Articolo precedenteFesta della mamma? Meglio rimandare
Articolo successivoSonohra: «Torniamo alle origini e alla nostra essenza»