«Non solo Green pass: prima di andare in vacanza, prenotate la vostra donazione di sangue e plasma». È questo l’appello che lancia Fidas Verona, in occasione dell’assemblea provinciale che si terrà domani, sabato 26 giugno, alle 15, nella sala civica “11 Aprile 1848” a Castelnuovo del Garda. Si tratta di un incontro a cui parteciperanno solamente i presidenti delle 79 sezioni di Fidas Verona.

Per contrastare il calo delle donazioni di luglio, agosto e settembre, i donatori di sangue di Fidas Verona invitano tutti coloro che rientrano nei requisiti a tendere il braccio e donare. Un gesto volontario, anonimo e gratuito, che salva delle vite e che tutela la salute della collettività, quanto mai preziosa, come ha evidenziato la pandemia.

«È fondamentale garantire al sistema ospedaliero il fabbisogno necessario nel periodo estivo, perciò rinnoviamo l’invito a donare prima di partire per le vacanze. –  sottolinea Chiara Donadelli, presidente di Fidas Verona – Purtroppo, da oltre un anno il Covid-19 ha cancellato molti appuntamenti che permettevano ai nostri instancabili volontari di promuovere il dono in presenza: per ricordare questa necessità allora abbiamo studiato altre strade, potenziando la comunicazione sui social network, facendo pubblicità persino sugli autobus pubblici e regalando colonnine e boccette di gel igienizzante a comuni e scuole del territorio».

Uno sforzo corale dunque per contrastare il nefasto 2020, che poteva essere ben peggiore. Grazie al coordinamento fra associazioni, uffici di chiamata e Dipartimento di Medicina Trasfusionale, infatti, si è sempre raccolto quanto era necessario agli ospedali. Nel complesso, il calo della raccolta, fra gli associati Fidas Verona, è stato contenuto e risulta essere pari al circa -5.4% rispetto al 2019.

«La sfida è risvegliare i donatori “dormienti” e aumentare il numero di donazioni annue, perciò stiamo investendo sulla promozione scolastica e sulle nostre nove sezioni di istituto. Per contrastare l’onda lunga della pandemia – conclude infine la presidente – è necessario tenere alta l’attenzione sui bisogni».

Per prenotare la donazione basta telefonare al numero verde gratuito 800310611.

Articolo precedenteA Innovabiomed la valvola cardiaca innovativa che è già realtà
Articolo successivoTrenta nuovi volontari per parchi e aree pubbliche: c’è l’accordo con A.N.A.S.