Un’esperienza personale di esplorazione e scoperta, oltre che di degustazione, con tanti e diversi itinerari proposti dalle associazioni di riferimento. Ecco qualche spunto da cui partire per semplici escursioni giornaliere o per un weekend alternativo.

STRADA DEL VINO SOAVE

A est della provincia scaligera, a soli 20 Km da Verona, la zona collinare del Soave è una terra generosa, caratterizzata da suoli vulcanici e lunghe distese di vigneti. La Strada del vino Soave nasce nel 1999 e conta oggi circa 130 soci tra cantine, associazioni, strutture ricettive e aziende locali. Un percorso di 50 km lungo il quale è possibile ammirare il paesaggio, visitare cantine e degustare il vino e altri prodotti tipici. Sono 13 i comuni che vi aderiscono, dislocati in Val di Mezzane, Val d’Illasi, Val Tramigna e Val d’Alpone.

STRADA DEL VINO VALPOLICELLA 

Città d’arte patrimonio dell’Unesco, la Valpolicella si contraddistingue per gli splendidi paesaggi in cui i vigneti si alternano a bellezze naturali e architettoniche. Racchiusa tra la Valdadige, la Lessinia e la pianura veronese, è culla dei vini più rappresentativi del nostro territorio. La Strada del vino Valpolicella promuovere e valorizzare il territorio legato alla produzione del vino Valpolicella in cui le diverse categorie degli operatori lavorano insieme per la valorizzazione di tutto il territorio, attraverso i numerosi prodotti tipici. I comuni che vi aderiscono sono 19 e si estendono da Dolcè a Montecchia di Crosara. 

STRADA DEL VINO BARDOLINO 

La zona di produzione del vino Bardolino Doc occupa il settore veneto dell’anfiteatro morenico del lago di Garda, un’area che si estende per circa 80 km e che è ricca di scorci paesaggistici, bellezze architettoniche e produzioni enogastronomiche. 16 i comuni della sponda orientale del Lago di Garda che ne fanno parte, da Bardolino alle colline di Costermano, scendendo per Garda e Torri del Benaco fino a Sommacampagna, e ancora la possibilità di inoltrarsi sul monte Baldo salendo verso Caprino Veronese e Rivoli Veronese.