Il 5 luglio del 1944 Verona fu colpita da una pesante incursione aerea e un grappolo di bombe cadde sull’Ospedale Militare di Piazzetta Santo Spirito, dove erano stati spostati gli ammalati civili dopo che le truppe tedesche ebbero occupato l’Ospedale di Borgo Trento.

Svegliate dalle sirene, le Suore della Misericordia invece di ripararsi nel vicino rifugio antiaereo corsero all’ospedale per aiutare a mettere in salvo i ricoverati. Quando la sezione femminile del reparto di Chirurgia fu centrata dalle bombe, morirono 45 donne e cinque Sorelle della Misericordia furono trovate sotto le macerie abbracciate alle ammalate in un estremo gesto di protezione.

Dopo il rovinoso bombardamento, pur straziate dal dolore, le Consorelle proseguirono fino alla fine della guerra nella loro missione di assistenza.

Il 4 luglio di quest’anno, in occasione dei 70 anni del loro sacrificio, le cinque eroiche sono state commemorate in due diversi momenti: alle ore 10,30 con una Messa nella Chiesa dei Padri Camilliani e alle 11,15 nella Sala Consiglio della Direzione Generale dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata, in Piazzale A. Stefani.

Una corona d’alloro è stata posta davanti alla lapide-ricordo murata nell’ingresso della Palazzina Uffici.

Giovanna Pirana