Una legge di vita, “perchè se stai lì a piangerti addosso non se ne viene più fuori”. Parola di Andrea Conti, atleta paralimpico di Cerro Veronese che dopo le due maglie rosa conquistate al Giro d’Italia handbike, si prepara per conquistare la terza

Da 17 anni corre in bici, tanto forte da conquistare due maglie rosa nel giro d’Italia handbike. Originario di Cerro, Andrea Conti, oltre ad essere atleta paralimpico, canta, perché, come dice lui “è l’allegria il sale della vita”.

Sacrificio e voglia di rimettersi in gioco, gli ingredienti essenziali, che valgono per la vita in tutte le sue sfaccettature.

Ora una piccola pausa invernale, poi a febbraio Andrea tornerà ad allenarsi, per riuscire a portare a casa la sua terza maglia rosa al prossimo Giro d’Italia.

Il servizio