Avvocato di Strada, a Verona la terza sede in Italia per numero di volontari Barbara Bonafini

Avvocato di Strada è un’associazione non governativa che si occupa di offrire tutela legale qualificata e gratuita alle persone senza fissa dimora o che si trovano in uno stato di emarginazione sociale. La sezione di Verona è la terza in Italia per numero di volontari. Le richieste di aiuto più numerose sono per il diritto alla residenza, sfratti e locazioni.

Avvocato di Strada onlus è nata a Bologna nel 2001. Fra le 45 sedi in tutta Italia, quella di Verona è la terza per numero di volontari. Sono quasi tutti avvocati che offrono tutela legale gratuita a persone senza fissa dimora o che si trovano in uno stato di emarginazione sociale.

A Verona nel 2018 sono state oltre 300 le richieste di intervento. I temi più trattati sono il diritto alla residenza e i problemi con sfratti e locazioni. Seguono poi separazioni e divorzi. Per quanto riguarda i migranti, molte sono le richieste di assistenza per permessi di soggiorno e protezione internazionale.

Il 72% degli utenti dello sportello di Verona è di sesso maschile, mentre la percentuale di pratiche di diritto civile rappresenta il 54,2% del totale. Seguono i diritti dei migranti con il 30,7%, il diritto penale con l’11,2% e infine il diritto amministrativo per il residuale 3,9%.

Una della battaglie storiche di Avvocato di strada riguarda la cosiddetta “via fittizia”. «Dovrebbe essere presente in tutti i Comuni italiani, per indicare un luogo dove indicare la residenza delle persone che vivono per strada» spiega la coordinatrice di Avvocato di Strada di Verona Barbara Bonafini. «Spesso purtroppo la via fittizia in molte città  italiane, per questioni burocratiche e amministrative, viene indicata con riferimenti a nostro avviso stigmatizzanti. Come Avvocato di Strada abbiamo iniziato un percorso con le amministrazioni, per fare in modo che a Verona abbia un nome diverso rispetto a “Strada comunale non territoriale, numero 0″».

Sono cinque le sedi cittadine, dove gli avvocati ricevono senza appuntamento. Ogni secondo e quarto lunedì del mese, dalle 17.30 alle 18.30, allo Sportello unico accoglienza all’interno del Samaritano, in via dell’Artigianato 21/A (in zona zai). Ogni martedì, dalle 14.30 alle 15.30, al Convento del Barana in via Colonnello G. Fincato 35. Ogni mercoledì, dalle 13.30 alle 14.30, al Tempio Votivo, davanti alla Stazione Porta Nuova. Ogni giovedì, dalle 13.30 alle 14.30, al Convento di San Bernardino in via Aurelio Saffi 8/A. Ogni primo sabato del mese, dalle 9 alle 10, al Monastero dei Padri Stimmatini di Sezano.