Vittorio Carradore, artista veronese celebre per i suoi paesaggi, sarà in mostra alla Gran Guardia: dal 19 dicembre al 6 gennaio si potranno ammirare tutte le sue opere più importanti, in una cornice magica.

Verrà inaugurata venerdì 18 dicembre alle 18.00 la mostra “Vittorio Carradore. Poetiche geometrie in terra veronese”, nel prestigioso Palazzo Espositivo della Gran Guardia di Verona.

La mostra, che presenta il lavoro e la vita dell’artista veronese tra i più abili e apprezzati paesaggisti contemporanei, è curata da Federico Martinelli dell’Associazione Culturale Quinta Parete, che ha così commentato il lavoro dell’artista:

«Vittorio Carradore, con grande abilità ed esperienza coloristica, “scrive” della sua terra natia, raccontando con il colore il susseguirsi delle stagioni: tra i filari, lungo il fiume, in collina. Carradore afferma l’intima essenza della natura – un casolare, una strada di campagna – spogliando il paesaggio di tutti quei particolari descrittivi che distraggono, comunicando così, senza parole, la sua visione dell’universo. La sua carriera artistica dimostra una continua ricerca del colore e del segno che si è via via sintetizzato, ma visibilmente arricchito di pathos e liricità e che testimonia la volontà di rintracciare quella pittura che si giova della più persuasiva maestria al servizio della più suadente poesia».

Il percorso espositivo, che comprende circa 80 opere dagli esordi ai giorni nostri, racconta il mondo silenzioso dell’artista, una nutrita selezione di vedute, figure, nature morte e interni che testimoniano i valori della natura ma anche il lavoro dei campi, le tradizioni, l’artigianato. Carradore, che dipinge da quasi quarant’anni (nel suo curriculum si leggono mostre a Trieste, Milano, Vicenza, Perugia, Arezzo, Lecce ma anche New York, Berlino, Budapest, Parigi, Sydney), è il cantore del colore; attraverso una tavolozza dalle cromie vivaci, l’artista riesce a filtrare e riportare sulla tela le innumerevoli sfaccettature emozionali suggerite dal susseguirsi delle stagioni.

L’evento, a ingresso gratuito, è aperto tutti i giorni dal 19 dicembre al 6 gennaio, dalle 10.00 alle 19.30. Aperture speciali: 25 dicembre, dalle 15.00 alle 19.30 31 dicembre, dalle 10.00 alle 16.00 1 gennaio, dalle 12.30 alle 19.30

banner-gif
Articolo precedenteLa Caritas accoglie le ragazze madri a “Braccia aperte”
Articolo successivoVia libera alla riqualificazione degli immobili militari a Verona