Ogni bambino ha il diritto di farsi conoscere per quello che è, e in Gran Guardia lo si può fare attraverso una settantina di fotografie. Ci racconta l’iniziativa Alice Erbisti

Una settantina di foto, scattate dal fotografo veronese Filippo Nardo, per dire che una possibilità bisogna darla a tutti. “Non mi guardare con aria dispiaciuta, io sono felice”, recita uno degli slogan della mostra in Gran Guardia, intitolata “Io come te” in programma ieri e oggi. Perchè ogni bambino ha diritto di farsi conoscere per quello che è.

Ogni giorno a Marzana l’associazione Sindrome di Down accompagna i ragazzi, fin dalla tenera età, nelle sfide del mondo quotidiano. A partire con la fisioterapia, la logopedia, la psicomotricità, fino all’esperienza in appartemento, quando i ragazzi crescono.

La mostra fotografica è itinerante e si sposterà a maggio a Villafranca.