La libertà di scelta e il giudizio degli altri, poi l’essere madri, senza necessariamente avere una gravidanza: argomenti che saranno interpretati nello spettacolo “Barcode 39. Why not?” questa sera alla Fucina Culturale Machiavelli.

Siamo veramente liberi di scegliere? Lontani dalla paura e dalle pressioni che derivano dal giudizio degli altri? Una domanda che è anche un invito a riflettere sui confini che delimitano le nostre vite, quello dello spettacolo “Barcode 39. Why not”, in programma questa sera alla Fucina Culturale Machiavelli;

Lo spettacolo della compagnia di danza LPP_roject si divide in due, la prima parte in cui vengono trasposte le pressioni che derivano dal giudizio degli altri; Nella seconda invece le danzatrici interpretano il significato dell’essere madri.

Nello spettacolo danzeranno nadir Adami, Martina Bianchi, Veronica bufalini, Michele caricante, Cristina Casilli, Matilde falchetto, Andrea Morando.

Regia e coreografia di Katia Tubini.