storytelling

Tornano gli eventi di live storytelling organizzati da Pensiero Visibile in collaborazione con Ultimo Piano e Osteria futurista. Venerdì 24 marzo alle 21:00 il primo dei cinque appuntamenti.

Cosa succede quando ascoltiamo una storia ben raccontata? Veniamo letteralmente portati via e ci immedesimiamo nel racconto, fino a quando non ne emergiamo, emozionati e sempre un poco trasformati.

Torna il fortunato format di racconti dal vivo, che nello scorso autunno hanno tenuto con il fiato sospeso oltre 500 persone durante la prima rassegna Storie da raccontare tenutasi a Verona. Non è una performance teatrale, né un reading, ma live storytelling, la narrazione dal vivo che, sulla scia di una tradizione italiana che va da Alessandro Baricco a Federico Buffa, passando per Marco Paolini e Carlo Lucarelli, restituisce al pubblico la più antica esperienza di intrattenimento.

Le storie sono scritte e raccontate dagli storyteller con le parole ma anche con la musica e le immagini, per suscitare emozioni potenti e immergere il pubblico nella cosiddetta trance narrativa, che unisce l’immedesimazione e il piacere dell’ascolto.

Gli eventi hanno le seguenti caratteristiche: durano 1 ora e 30 circa, il testo è originale dell’autore e performato dal vivo, sono curati il sound e il visual design, le degustazioni sono abbinate al tema del racconto.

IL PROGRAMMA

Venerdì 24 marzo – ore 21

Diego Alverà racconta- Ayrton Senna / Il predestinato

Imola, 1 maggio 1994. L’ultima corsa di Senna, la storia di un pilota segnato dal destino.

Con una degustazione di Vin Santo della Distilleria Francesco di Santa Massenza (Trento).

Venerdì 14 aprile – ore 21 

Stefano D’Andrea racconta – Padre eterologo

A 45 anni lui e lei decidono che sono pronti per fare i genitori ma i loro gameti e i loro ovociti sono pochi e vecchi (cit. lo specialista). Non si danno per vinti e giocano a fare Dio, in italiano e in spagnolo. Il risultato è Margherita America che ha un anno ed è sempre affamata, ma per arrivarci i nostri eroi affrontano un sacco di cose buffe come masturbarsi nello scantinato freddo di un ospedale nell’hinterland milanese.

Con una degustazione di cocktail Margherita.

Venerdì 21 aprile – ore 21

Diego Alverà racconta – Ernest Shackleton / Verso Sud

Durata dal 1 agosto 1914 al 3 agosto 1916, l’incredibile odissea tra i ghiacci dell’Antartico della nave Endurance, capitanata da Ernest Shackleton.

Con una degustazione di Eiswein.

Venerdì 5 maggio – ore 21

Storie a domicilio racconta – Storie del terrore

Una serata di racconti paurosi, poesie maledette, rumore di zampette, candele, sibili, ticchettii e assenzio… un racconto umido, che si fa corpo, fra l’odore di bruciato e l’acqua che stilla in un pozzo, in una fontanella o chissà. E se qualcuno poi, da sotto il divano, ci afferrasse la caviglia?

Con una degustazione di vino “Mercuria” di Catel Noarna (Trento)

Venerdì 19 maggio – ore 21

Diego Alverà racconta – Gilles Villeneuve / Il figlio più amato

Digione, 1979. Durante uno storico Gran Premio Villeneuve, il pilota più amato da Enzo Ferrari, contende il podio ad Arnoux in un duello destinato a rimanere nella storia dell’automobilismo.

Con una degustazione di “Lazzarone” delle cantine Salvaterra (Verona).

GLI STORYTELLER

stefano d'andreaStefano D’Andrea. Nasce e vive a Milano ma si forma tra Roma, Bologna e New York. Ghostwriter e autore radiofonico per Radio 24 è anche creatore e conduttore dei progetti Umani a Milano e Gatto Morto. Social media manager per varie aziende è consulente sulle attività di storytelling per il web dal 2008. Scrittori preferiti: ex aequo, Cormac McCarthy e il team di lavoro di Seth Mc Farlane (I Griffin). La vita è una pizza (2015) e Gatto Morto – Storie di ordinari decessi (2016) sono i suoi ultimi due libri usciti per Corbaccio.


diego alvearàDiego Alverà. 
Storyteller, direttore artistico, e autore del blog Once in a Lifetime, del libro Verona Milan cinque a tre e dell’omonimo spettacolo teatrale, oltre che dei testi per la web radio Ultimo Piano. Trova le storie, le racconta per gli altri, e le mette in scena con narrazioni su carta, su web, alla radio o dal vivo.Appassionato conoscitore di storia della musica e dello sport, crede nel fascino degli irregolari e nell’importanza di riscoprire le storie dimenticate come ispirazione per il nostro futuro.

 

storie a domicilioStorie a domicilio. Storie a domicilio è il format di storytelling performativo ideato da Margherita e Laura. che immaginano e realizzano eventi basati su: ricerca e selezione di storie tematiche, interpretate da un attore professionista, stimolazioni sensoriali abbinate ai racconti, regia effetti, musiche, riti e sorprese.

La location. Storie a raccontare sarà ospitata nello spazio per il live storytelling di Pensiero visibile, l’agenzia di comunicazione che ha ideato il format e ne cura la produzione e la comunicazione, in linea con la propria vocazione alla progettazione della comunicazione con lo storytelling.

L’ingresso è libero fino a esaurimento dei posti, mentre le degustazioni sono a pagamento. Durante ogni serata sarà possibile consultare e acquistare una selezione di libri a tema curata da Libreria Parentesi. 

Per informazioni: tel. 045 4935601 / info@pensierovisibile.it

banner-gif
Articolo precedente“Mi voglio bene”: come prendersi cura di se stessi partendo dalla prevenzione
Articolo successivoPatrizia Panico: il primo tecnico donna sulla panchina di una nazionale maschile azzurra