Un’installazione artistica spettacolare, un summit con tanti protagonisti workshop e laboratori per ogni gusto e ogni età. E tre spettacoli inediti.

Tre giorni speciali, carichi di emozioni, ricchi di stimoli, suoni, immagini, parole. E questo ciò che ci aspetta alla Fiera di Vicenza dal 15 al 17 luglio con “Relazionésimo 2030”. Un nuovo festival, un meraviglioso viaggio nel mondo delle relazioni e della felicità con mostre, convegni, spettacoli e workshop. Un Expo Summit che mescola un’affascinante parte espositiva con un programma di oltre 60 stimolanti
incontri che indagheranno le relazioni tra le persone, nella società e nel nostro rapporto con il pianeta.
Sono attesi 100 grandi protagonisti della cultura, dell’economia, delle scienze, della salute, della società, della comunicazione e del volontariato. Tra questi il sociologo Mauro Magatti, l’esperto di tecnologie Paolo Benanti, il formatore Richard Romagnoli, la
giornalista Cristina Sivieri Tagliabue, l’economista Paolo Gubitta, i capitani d’impresa Luca Vignaga di Marzotto Lab e Andrea Moschetti di Faac, il formatore Sebastiano Zanolli, il religioso padre Enzo Fortunato, i filosofi Maura Gancitano e Andrea
Colamedici di Tlon solo per offrire un primo assaggio. “Dall’Eden al deserto”, il cuore dell’evento.
Il clou dell’inedito format, il primo in Europa di questo genere, è l’ingresso al padiglione fieristico che immergerà il visitatore in un’esperienza unica. Sotto la regia di Duccio Forzano – noto per la spettacolarità di luci, immagini e suoni nel recente Eurovision Song Contest di Torino – verrà proposta l’esperienza sensoriale intitolata “dall’Eden al Deserto”: il visitatore percorrerà un’installazione di 120 metri che lo guiderà nell’universo delle Relazioni, cuore pulsante per una nuova società, dove l’essere umano è protagonista del cambiamento, per un benessere integrale in armonia con gli altri e con il Pianeta che si concluderà con un messaggio di speranza e di invito a riscoprire le relazioni magistralmente interpretato da Giuseppe Fiorello.

Gallery


E poi ancora arte, con un percorso nella Bellezza dell’Italia curato da Emilio Casalini, conduttore di “Generazione Bellezza” di RAI3, e
con un’esposizione di opere inedite di 22 artisti contemporanei curata da Vittorio Sgarbi. Un programma per tutte e per tutti. Con spettacoli unici. Spazio anche alle famiglie e per i più piccoli con appuntamenti specifici tra letture e incontri con
l’autore, così come ci saranno laboratori e stage sull’uso della voce e sul benessere psico-fisico.
E poi le relazioni con il cibo, sotto la regia di Emiliana Giusti, ci saranno MasterClass con Roberto Carcangiu, Luca Montersino, Francesco Palmieri. Infine, tre serate speciali e uniche, pensate per l’occasione, di relazione con artisti di fama nazionale, da Giorgio Panariello – che
è “testimonial” di Relazionésimo – a Simone Cristicchi per passare a un viaggio nel rock condotto da Ernesto Assante con la Mark Hanna Band e con super-ospite la cantante Noemi. Tre giorni per cercare la via della felicità. In questa calda estate alla Fiera di Vicenza c’è una
grossa novità: «“Relazionésimo 2030” sarà il luogo dove rifugiarsi per rinfrescare le idee, l’anima e le relazioni. Un luogo dove respirare e donarsi il tempo per cercare la via della felicità. Un tempo per sperimentare e condividere una nuova idea di economia e società» affermano Ketty Panni e Ombretta Zulian promotrici di Relazionésimo 2030. Scorrendo il ricco programma su www.relazionesimo2030.com possiamo capire che sarà così.

Contatti

www.relazionesimo.com
Infoline: 334 701 6323

banner-gif
Articolo precedenteContec supera le previsioni di crescita del 2021. Nel 2022 un sessantesimo anniversario che conferma il trend positivo per infrastrutture e industria.
Articolo successivoGal Baldo-Lessinia a fianco della montagna veronese