Una serie di stilemi fanno pensare che una lettera che Cangrande scrisse all’imperatore Enrico VII nel 1312, sia stata scritta da Dante Alighieri. Una scoperta storica, quella del professore di Filologia all’Università di Verona Paolo Pellegrini, che permette di riscrivere la biografia del Sommo Poeta.

Dante Alighieri avrebbe trascorso a Verona più tempo di quanto non immaginassimo. L’ipotesi è stata formulata da Paolo Pellegrini, professore di Filologia e linguistica italiana all’ateneo scaligero.

Ci sono infatti degli elementi, in alcuni documenti del 1306, che si ripresenterebbero anche in una lettera che Cangrande della Scala, signore di Verona, inviò all’imperatore Enrico VII nel 1312, nella quale riferisce all’imperatore di alcune divisioni che si stanno creando nel suo esercito.

Ora è accertato che nel 1306 Dante era presente alla redazione di questo documento, e la cosa interessante è che alcuni elementi presenti nella lettera del 1312, ritornino, nella stessa sequenza.

Questa riscoperta della lettera consente dunque di riscrivere una parte sostanziosa della vita di Dante. Un imponente lavoro che è stato realizzato, e ormai completato, dallo stesso Pellegrini, grazie ad una borsa di studio assegnatagli dalla Columbia University qualche mese fa.

Il servizio