Home Cultura Uomini assetati d’infinito in quattro mostre itineranti

Uomini assetati d’infinito in quattro mostre itineranti

0
Uomini assetati d’infinito in quattro mostre itineranti

Presentate questa mattina, a Palazzo Barbieri dall’assessore alla Cultura Francesca Briani le mostre itineranti che l’Associazione Rivela propone per il 2019. Insieme a lei il presidente dell’associazione Rivela Ermanno Benetti e i volontari di Rivela Raffaella Grossato e Gianni Ceccon. Presente il segretario generale di Cattolica Assicurazioni Adriano Tomba e

Uomini assetati di infinito” è il filo conduttore che anima la diciassettesima edizione delle mostre itineranti dell’associazione Rivela. Gli appuntamenti, iniziati già a maggio, attraverseranno il veronese e si protrarranno fino a dicembre. Alla base, l’idea che l’uomo, nel suo viaggio terreno, cerchi di rispondere in diversi modi alla sete di infinito e verità presente nel suo cuore.

Lo scopo dell’iniziativa è quello di far vivere ai fruitori della mostra un viaggio che sia capace di rispondere al bisogno naturale dell’uomo di spingersi verso l’infinito.

“Il mistero della salvezza” nei mosaici di San Marco a Venezia, prevede un percorso che è facilmente riscontrabile all’interno della Basilica di San Marco. Lo spettatore sarà chiamato a fare memoria dell’origine dell’opera per attualizzarla nel presente. La mostra sarà presente a Quinto di Valpantena dal 23 al 26 agosto e a Chievo dal 6 al 9 settembre.

“Ad usum fabricae – l’infinito plasma l’opera” si configura come la narrazione del secolare cantiere del duomo di Milano. Il racconto avviene attraverso le storie di donne e uomini che hanno contribuito alla costruzione di questo simbolo, espressione ultima del movimento popolare verso la creazione del proprio destino. Sarà possibile vederla a Peschiera dall’11 al 16 luglio. Poi, al quartiere San Massimo dal 22 al 28 agosto. Infine la mostra sarà a Santa Croce dal 4 al 9 settembre.

“Romano Guardini – Vorrei aiutare gli altri a vedere con occhi nuovi” è la mostra itinerante che fa conoscere l’artista. L’intento è quello di rispondere ai quesiti che l’esposizione stessa proporrà agli spettatori. In programma nella cattedrale di San Pietro a Verona dal 31 agosto all’8 settembre.

“Tessere la tua lode – le opere lignee di Fra’ Giovanni da Verona in S. Maria in organo” dà invece l’occasione ai visitatori di ammirare i lavori intagliati nel legno frutto dell’arte e delle doti dell’intarsiatore italiano, attivo tra la fine del XV e l’inizio del XVI secolo.  La mostra sarà a Madonna di Dossobuono dal 13 al 18 agosto e a Grezzana dal 28 agosto al 2 settembre. L’esposizione itinerante di Rivela consente inoltre ai ragazzi delle scuole di Verona di contribuire attivamente nelle attività di studio delle mostre e di guida per i visitatori.

«Le mostre itineranti promosse dall’associazione Rivela si contraddistinguono per la capacità di cogliere l’attuale attraverso approfondimenti e confronti di spessore – ha detto l’assessore Briani –. Motivo per cui da diciassette anni il pubblico segue con attenzione le diverse proposte che ogni anno arricchiscono il panorama culturale veronese e non solo»