Sono stati 25 mila i visitatori della mostra <italic>PastPresentFuture</italic> – Le collezioni Fondazione Cariverona e UniCredit Group: arte per la città allestita dallo scorso 27 febbraio fino a ieri nel Palazzo della Ragione a Verona.

Una risposta entusiasta per un’esposizione che ha proposto un percorso “trasversale” lungo quattro secoli di arte europea (80 opere della Collezione internazionale del Gruppo UniCredit assieme ad otto capolavori della Fondazione Cariverona), riuscendo a coinvolgere un pubblico anch’esso “trasversale” con molti giovani impegnati in attività culturali collaterali, realizzate in collaborazione con il Comune di Verona e varie associazioni territoriali, sotto la regia del Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea.

La mostra è stata concepita da UniCredit e Fondazione Cariverona come occasione per dialogare con il territorio. Assieme agli Assessorati alla Cultura e alle Politiche Giovanili del Comune di Verona sono stati organizzati oltre100 laboratori creativi per le scuole, con un totale di 2.500 studenti che hanno visitato la mostra e partecipato a workshop didattici. I giovani sono diventati così il punto di riferimento per il confronto sui temi classici della storia dell’arte, proposti dalle opere presentate nelle diverse sezioni espositive: il rapporto dell’uomo con il mondo e la natura, la rappresentazione di sé, il corpo e gli oggetti.

Gli studenti dell’Università di Verona hanno fatto da “ambasciatori/mediatori” con i più giovani, proponendo lezioni ed interventi creativi nell’ambito di un progetto di “peer education” (educazione tra pari: non sono gli adulti a trasferire contenuti ed esperienze, ma gli stessi giovani che si scambiano tra loro informazioni, saperi e conoscenze) e dando un contributo attivo ai quattro Eventi Outdoor, interamente gratuiti, che hanno accompagnato PastPresentFuture.
Tra questi, “La Notte dei Musei”, che il 15 maggio ha coinvolto la mostra e diversi musei cittadini in una “notte bianca” animata da spettacoli e musica con la partecipazione diretta del pubblico, e “Italiae.

150 eventi in piazza per ri-disegnare l’Italia”, una manifestazione che il 2 giugno, Festa della Repubblica, ha richiamato in piazza Bra una folla di bambini e adulti per rielaborare la forma geografica dell’Italia. Un grande happening collettivo, ideato dal Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli ed inserito nel progetto di rete nazionale per celebrare il 150° Anniversario dell’Unità d’Italia in collaborazione con il Comitato Italia 150: un’emozionante visione di un presente impegnato a raffigurare un passato che è anche il futuro.

Questa serie di appuntamenti è stata resa possibile dalla mobilitazione di vari attori locali, che hanno contribuito in modo diverso a dare visibilità alla mostra, tra questi: Interzona, associazione culturale giovanile, l’Accademia di Belle Arti Cignaroli di Verona, la radio universitaria Fuori Aula Network, il Consorzio Verona Tuttintorno.
Altri partner coinvolti nelle iniziative sono stati l’Associazione Larterìa, che ha ripreso le fasi dell’allestimento realizzando un video della mostra da “dietro le quinte”; la Marching stomp band, che ha organizzato una parata musicale per le strade della città all’apertura degli Eventi Outdoor; Il Coro A.Li.Ve, formato da bambini e giovani, che si è esibito durante la Notte dei Musei.
Sul fronte musicale va citata anche la collaborazione con la Fondazione Arena di Verona (di cui UniCredit è partner da lungo tempo), che nelle sale del Palazzo della Ragione ha dato vita a quattro serate musicali, accostando la storia dell’arte a quella della musica, per arricchire la mostra con un ulteriore linguaggio artistico.

Con la mostra appena conclusa, Verona ha quindi confermato l’interesse che la collezione d’arte UniCredit aveva già suscitato nel pubblico austriaco nel corso della prima tappa del percorso espositivo di PastPresentFuture, ospitata nel Bank Austria Kunstforum di Vienna da ottobre 2009 a gennaio di quest’anno. Interesse testimoniato anche dall’elevato numero dei contatti registrati in questi mesi con le visite virtuali della mostra attraverso il sito <link=’http://www.artcollection.unicreditgroup.eu’ class=’_blank’>www.artcollection.unicreditgroup.eu</link>.

Ora UniCredit è al lavoro per definire i contenuti e le modalità espositive della nuova tappa dell’esposizione, dal prossimo 5 novembre a Istanbul. Nell’antica città sul Bosforo, PastPresentFuture sarà una delle punte di diamante delle celebrazioni di Istanbul Capitale Europea della Cultura 2010.

banner-gif
Articolo precedentePRESENTAZIONE DEL LIBRO “IL SISTEMA DIFENSIVO DELLA LESSINIA”
Articolo successivoGIOVEDÌ IN VILLA ARVEDI IL GALÀ DELL'ENERGIA