Era il 1953, amministratori e collettività erano impegnati a ricostruire il tessuto sociale del paese, ancora afflitto dalla Guerra e dai conseguenti mutamenti. L’obiettivo comune: far emergere la storica comunità sana, laboriosa e solidale.

L’allora sindaco Avv. Renato Gozzi, sosteneva «la ricostruzione può cominciare con dare fiducia ai giovani, coinvolgendoli in nuovi progetti» ed è con questo principio che riuscì a convincere il Consiglio a destinare allo sport i campi, alle spalle del centro storico (terreni arrivati al comune con la legge delle guarentigie): il parroco don Michele Garonzi era il suo primo alleato. I giovani costruirono il campo di calcio, per molti anni fu l’unico della Valpantena. Seguì la costituzione dell’U.S. Grezzana. Presidente Maurizio Bombieri e nel direttivo Alberto Cuoghi, Piero Castagnetti, Fausto Lonardoni, Lorenzo Morbioli e Nereo Salomoni. In pochi anni l’U.S. Grezzana promosse  molte discipline sportive, le quali (nel 1989) cominciarono a reclamare la propria autonomia. L’assemblea del 1992 (600 soci), nonostante l’intervento del sindaco Virgilio Zampieri, modificò lo statuto e le sezioni diventarono associazioni.

L’ U.S.Grezzana rimase in capo alla sezione Sci: presidente Flavio Venturi. Lo sci a Grezzana ufficialmente è nato nel 1965, quando Nicola Zecchini, raggiunto un discreto numero di atleti, iscrisse l’associazione alla FISI, Federazione Italiana Sport Invernali: puntando, fin dall’inizio, sull’agonismo, senza trascurare i corsi di preparazione dei ragazzi. 

Il primo impegno (anche organizzativo) ufficiale dell’U.S. Grezzana fu il trofeo Plische che portò avanti per anni: nella stagione 1988/89, si classificò al 34° posto a livello nazionale e al 2° posto nel trofeo regionale, dietro solo alla blasonata Cortina. Nel 1996, ricevette il «Distintivo d’oro della FISI» per «i risultati conseguiti in campo organizzativo, agonistico e promozionale a favore degli sport invernali». Nel 1999, per organizzare gare nazionali e internazionali, decise di collaborare con altri Sci Club (Sappada, Auronzo e Padola): collaborazione che si rivelò vincente. L’U.S. Sci Grezzana, nell’ultimo decennio, ha accolto con favore ed entusiasmo il ripristino degli impianti di San Giorgio-Bosco Chiesanuova, partecipando, con il Comune, alla nuova società di gestione e organizzando su queste piste gare, allenamenti e corsi per i ragazzi. Nel 2006 l’inaugurazione della nuova sede indipendente: un traguardo ambito, opera (anche manuale) dei soci e simpatizzanti. 

Silvia Zanini, presidente dal 2008, «guarda il futuro con ottimismo e impegno, visti i recenti ottimi risultati» (nel 2009 stella di bronzo del CONI  per meriti sportivi)  e ringrazia tutti, consiglieri (passati e nuovi) dirigenti, atleti e sponsor, augurando buona festa e dando appuntamento al 70° compleanno.