Con un gol di Roberto Inglese al 49° la squadra della diga ha battuto il Benevento al Bentegodi e ha conquistato all’ultima giornata di campionato l’agognata salvezza. Missione compiuta per mister D’Anna.

Il Chievo disputerà la stagione calcistica 2018/2019 in serie A. Sembra una banalità dirlo, visto che la squadra del patron Luca Campedelli nella massima serie ha disputato diciassette degli ultimi diciotto campionati, eppure quest’anno la salvezza non era cosi scontata.

La vittoria di oggi per 1 a 0 con gol di Roberto Inglese al 49° minuto contro il Benevento già retrocesso, ma mai rinunciatario, ha permesso agli uomini del tecnico D’Anna di conquistare matematicamente la permanenza in A senza dover guardare i risultati delle altre squadra.

Tre vittorie nelle ultime tre partite che hanno tirato fuori dall’abisso del terz’ultimo posto la squadra clivense. Un mezzo miracolo da parte del mister (che ha sostituito tre settimane fa Maran) e dei suoi ragazzi che proprio nel momento in cui bisognava dimostrare carattere, orgoglio e determinazione, ci sono riusciti centrando l’obiettivo.

Ed è stato proprio Lorenzo D’Anna ad aver detto le prime parole a Sky dopo la partita: “Sono contentissimo per i ragazzi, il traguardo è meritato. – ha spiegato il mister – Hanno fatto tre partite stupende: la squadra ha valori importanti e l’ha dimostrato domenica dopo domenica. Sono contento di quello che abbiamo fatto, sono felice per il presidente e per il nostro popolo perché ci ha seguito e ci ha dato una mano”.

D’Anna, seppure con poco tempo a disposizione, è riuscito a dare un cambio di marcia alla squadra, anche se preferisce non prendersi troppe lodi: “Il merito è tutto dei giocatori, non mio. Sono degli uomini veri e l’hanno dimostrato tutti. Si sono resi partecipi e disponibili: hanno rialzato la testa come gli avevo chiesto. E’ stato un gran finale di stagione”.

E l’anno prossimo? “Ancora non lo so, vediamo con il presidente. Mi basta lavorare nel Chievo“.

Foto: Elvis Venturelli