Nata nel 2012 come birrificio artigianale indipendente della Lessinia da un gruppo di amici con la passione per la buona birra e per i piccoli laboratori artigianali, oggi Lesster è una scommessa imprenditoriale vinta. Questa sera alle 18 la grande inaugurazione della nuova sede ricavata all’interno di alcuni spazi della Carrera Jeans in via Prealpi a Stallavena. Il mastro birraio Fosco Conti: “Siamo entusiasti”.

Ci sono sogni che a volte prendono forma e si trasformano in una bella realtà. E’ il caso di Lesster, un’idea imprenditoriale nata attorno al 2011 da un gruppo di amici e imprenditori della Valpantena che, durante una riunione nella sede dell’associazione Innoval a Grezzana, hanno espresso il desiderio di creare un microbirrificio artigianale sul territorio.

Una boutade che ben presto è diventata realtà. Nel 2012, infatti, è nato il primo laboratorio in via Golgi, a Lugo, e oggi, a distanza di quasi sei anni, un nuovo grande passo con l’inaugurazione della sede a Stallavena, in uno spazio di circa mille metri quadrati ricavati all’interno della storica azienda Carrera Jeans in via Prealpi.

Siamo euforici, non vediamo l’ora arrivi questa sera. – commenta Fosco Conti, mastro birrario Lesster – Si tratta di un momento importante e significativo per tutte le persone che hanno creduto a questo sogno. In primis mi sento di ringraziare la famiglia Tacchella, in particolare il signor Imerio, che ha messo a disposizione questo nuova area e da settimane ci sta dando una mano grandissima per sistemare e riqualificare gli spazi. Poi ovviamente tutti coloro che da mesi stanno lavorando per questo risultato”.

Conti parla anche di prodotto e di obiettivi: “Siamo arrivati a questa inaugurazione consapevoli di aver raggiunto una certa maturità imprenditoriale e un buon equilibrio dal punto di vista del prodotto. Le nostre birre sono  prodotte con metodo artigianale: non filtrate, non pastorizzate, prive di conservanti e rifermentate in bottiglia. Dal giorno della cotta, sono necessari circa 40 giorni affinché le birre siano pronte da bere, contro i 7-10 giorni per le birre industriali. Per la produzione utilizziamo il 100% di energia rinnovabile“.

Non è una sfida semplice quella che abbiamo accettato sei anni fa, quando siamo partiti, ma oggi possiamo dire di essere molto soddisfatti. – conclude il mastro birrario – Abbiamo lanciato tante nuove birre, ce n’è un’altra in arrivo di cui non possiamo svelare troppi segreti. Qui nella nuova sede vorremmo fare un “Beer Garden”, con produzione, consumo di birra e con l’aggiunta di un’offerta gastronomica. Ci stiamo lavorando. Per adesso vi invitiamo stasera per una serata di festa e per un momento importante, credo, per tutto il territorio della Valpantena”.

La festa d’inaugurazione inizierà alle 18 e proseguirà fino alla mezzanotte. Stuzzichini, risotto e birra per tutti. Concerto musicale, dalle 21, della band The Boppin Wolves (Rock’n’roll-Rockabilly).