Sarà un momento di incontro e festa tra persone che provengono da luoghi diversi; ci saranno quindi specialità culinarie e volti da tutto il mondo e musica di ogni genere. Torna domenica a Villa Buri la Festa dei Popoli

Viviamo, giochiamo e lavoriamo negli stessi luoghi, siamo parte della stessa comunità. E’ da questa semplice constatazione che prende spunto la Festa dei Popoli in programma per domenica, come di consueto, a Villa Buri. Slogan di questo momento di incontro a favore dell’inclusione sociale quest’anno è “Noi, tutti comunità”, un tema che supera il dibattito sulla cittadinanza, per spostarsi, questa volta, sulla riflessione sul concetto di inclusione.

Ricorrenza ormai ben radicata a Verona, la Festa dei Popoli giunge alla sua 28 edizione e ogni anno porta qualche novità. Domenica tornano infatti alcuni popoli che mancavano da tempo, come il Perù e la Colombia.

“Il Comune è un ente sociale, non un’azienda”, rimarca l’assessore al Patrimonio del Comune di Verona Edi Maria Neri, “per questo si deve occupare delle tematiche sociali come l’inclusione”.

Per raggiungere la festa è disponibile un bus navetta. Fermate in via Dolomiti, via Monte Bianco 21, Piazza Madonna di Campagna, Casa Serena. Parcheggio per auto dietro la villa.