In occasione del decennale dell’aggressione a Nicola Tommasoli, per tutto il mese di maggio sono in programma eventi a carattere formativo-culturale per sensibilizzare la cittadinanza a riflettere sugli episodi di violenza giovanile, e sulla necessità di costruire un senso di legalità, promuovendo il rispetto dell’altro e delle regole della convivenza

Sono trascorsi ormai dieci anni dall’aggressione in Corticella Leoni di Nicola Tommasoli. Per non dimenticare quel tragico evento, a Verona sono in programma per tutto il mese di maggio una serie di incontri a carattere formativo e culturale, legati da un filo rosso: l’etica della responsabilità. Non dimenticare significa infatti condannare ogni forma di violenza, sensibilizzare sui temi della legalità e promuovere una cultura del rispetto

“Bisogna incoraggiare i giovani a credere ancora nel futuro”, spiega Daniela Galletta dell’associazione Prospettiva Famiglia.

Alla presentazione del calendario questa mattina in Comune c’era anche il cugino di Nicola, Filippo Tommasoli, che ha organizzato per il 16 maggio al teatro David uno spettacolo teatrale, intitolato “L. Caino”

Qui il programma degli eventi

Articolo precedenteAvis ringrazia il carabiniere dal cuore d’oro: 130 donazioni
Articolo successivoLe cento anime delle cose