Alla sua 32° edizione, la Marcia sui Colli apre tre percorsi adatti un po’ a tutti: anche ai diversamente abili. Appuntamento sportivo di poco successivo alla 14° edizione di Verona Marathon che, anche quest’anno, ha “movimentato” per bene la nostra città.

«Quel giorno, non so proprio perché decisi di andare a correre un po’». E come Forrest Gump nell’omonimo film di Robert Zemeckis, c’è chi ha deciso che correre potrebbe essere davvero una buona idea. Poi, non c’è bisogno di attraversare l’America dall’Atlantico al Pacifico, e il Gruppo Marciatori Grezzanesi lo sa bene:  ha organizzato una marcia sui Colli di Grezzana, che domenica  22 novembre ha portato la corsa nei luoghi e nei dintorni più belli ma forse meno conosciuti.

Un percorso nuovo, che unisce una sana attività fisica all’aria aperta e l’amore per la bellezza dei paesaggi mozzafiato della Valpantena: così è nata l’idea di questa maratona, che segna quest’anno la sua 32° edizione.

L’idea è originale e innovativa, per più di un motivo: non solo il percorso scelto per la corsa è stato deciso con l’intenzione di mettere in mostra i vigneti e gli uliveti della nostra splendida vallata, ma anche di far riscoprire tre prestigiose ville che fanno da contorno a questo paesaggio: Villa Arvedi, Villa Bevilacqua Lazise detta Palazzo Rosso e Villa La Carrara. Soprattutto, questa marcia è pensata per essere senza barriere, di nessun tipo, per accogliere tutti e tutte: i percorsi sono pensati anche per i diversamente abili, che potranno partecipare alla corsa.

Gli organizzatori hanno ideato tre percorsi diversi per accontentare le esigenze di tutti.

Il primo percorso sarà lungo 5 km e sarà tutto in piano, privo di barriere architettoniche e adatto a tutti. Questo tragitto passa attraverso le vie del paese, sfrutta la pista ciclabile ed entra nel suggestivo parco di Villa Arvedi per il ristoro, per poi uscire attraverso i campi delle scuole medie ed arrivare infine al Parco Europa.

Il secondo percorso, da 10 km, dislivello 180 mt, anche questo adatto a tutti, passa prima attraverso i campi di Redoro, poi attraversa il Progno Pantena, tramite la ciclabile si arriverà quindi al parco di Villa Arvedi e poi si proseguirà verso Cavolo, per poi scendere a Palazzo Rosso, dove si potrà ammirare la caratteristica villa e il parco. Si proseguirà poi dietro l’Hotel La Pergola e poi dentro al parco di Villa Carrara, per poi rientrare in centro al paese al Parco Europa.

Il terzo percorso, da 17 km, è decisamente più impegnativo, ma non per questo meno suggestivo. È  consigliato per persone particolarmente allenate, passa come il secondo da tutte tre le ville, ma si inerpica anche fino a Via Gaspari, la Madonnina e le Case Vecie (dove ci sarà il momento di ristoro, ndr), per poi scendere dalla dorsale verso Palazzo Rosso e Villa Carrara e terminare insieme al percorso dei 10 km.

L’iniziativa del Gruppo Marciatori Grezzanesi arriva una settimana esatta dopo un altro imperdibile appuntamento per gli appassionati di corsa:  la Verona Marathon, che con la sua 14° edizione ha mantenuto in pieno le sue promesse. Dopo le oltre 8000 persone iscritte alla Giulietta&Romeo Half marathon di febbraio, anche i numeri per questa edizione della maratona tra le mura scaligere non hanno deluso: più di 5000 iscritti per la maratona inserita nei calendari internazionali di IAAF (International Association Athletics Federation) e FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera). La maratona è stata organizzata da G.A.A.C. 2007 Veronamarathon Asd e Veronamarathon Eventi, in collaborazione con il Comune Di Verona.

Quest’anno, gli sforzi sono triplicati: oltre alla classica corsa di 42 chilometri si sono aggiunti la Cangrande Half Marathon, 21,097km, e la LAST 10km, gara non competitiva aperta a tutti, famiglie e bambini compresi, a carattere solidale.

Ci dice Matteo Bortolaso, vice presidente di Asd Gaac2007: «Un evento che cresce sempre di più grazie a tanta passione ma anche a tanto impegno durante tutto l’anno. Domenica 15 è stata una fatica di poche ore ma molto entusiasmante, il vero grande lavoro il nostro staff l’ha fatto in questi mesi e siamo onorati di farlo anche per la città di Verona».