Il podio più alto del concorso mantovano dedicato a quest’arte effimera se lo sono aggiudicati i veronesi Michela Bogoni e il marito Federico Pillan per ben tre anni di fila, alternandosi a vicenda. L’anno scorso è toccato a Michela che, oltre alla medaglia d’oro, ha ricevuto l’incarico di realizzare il bozzetto per il manifesto dell’anno successivo. Il disegno rappresenta la Madonna delle Grazie che esce dall’acqua porgendo allo spettatore un fiore di loro. Alle sue spalle il santuario mariano cinto da un sole enorme che ricorda l’aureola. Quest’anno i due veronesi parteciperanno di nuovo al concorso insieme ad un’altra coppia di concittadini. In totale, saranno previsti 150 artisti divisi nelle tre categorie: semplici, qualificati e maestri che conteranno rispettivamente 116, 15 e 19 partecipanti. Mentre la fiera, giunta quest’anno alla 594esima edizione, terminerà domenica 18 agosto, il concorso si svolgerà nell’arco di una giornata.

Dopo la tradizionale benedizione dei gessetti e dei madonnari, prevista per il 14 alle 17.30 sul sagrato del santuario, gli artisti inizieranno a disegnare sul piazzale. È un momento, questo, molto atteso dagli oltre 100mila visitatori che ogni anno affollano la piazza e le vie del piccolo borgo per ammirare le creazioni dei famosi madonnari. Sotto il sole o con il tempo incerto, lavorano sull’asfalto per realizzare dei piccoli ma incredibili capolavori a tema religioso. Solo con dei gessetti. Hanno tempo fino alla sera del giorno seguente quando, alle 21, saranno proclamati i vincitori delle tre categorie. Presidente di giuria è il direttore di Palazzo Ducale Peter Assmann che ha istituito il nuovo premio Museo Palazzo Ducale. Altra novità è il premio in denaro che andrà a sommarsi al rimborso spese. Così, chi arriverà sul podio della categoria “maestri” si porterà a casa ben 1500 euro.

Il manifesto della veronese Bogoni

La manifestazione continua poi con altre attività. Oltre al tema ambientale, quest’anno particolarmente sentito anche con la vendita di apposite borracce personalizzate, ci sarà un focus specifico sulla mostra dedicata a Giulio Romano che sarà inaugurata il 6 ottobre a Palazzo Ducale. Domenica 18 agosto alle 18 sarà presentato il libro di Stefano L’Occaso “Giulio Romano Universale”, mentre alle 21.15 Paolo Bertelli esporrà il contenuto della mostra.
L’antichissima fiera delle Grazie coincide con la festa dell’Assunta in quanto il santuario è dedicato alla Vergine Maria. Fu fatto costruire nel 1399 per volere di Francesco Gonzaga come atto devozionale per la cessazione della peste. La consacrazione avvenne il 15 agosto 1406 e da allora fu meta di migliaia di pellegrini che vollero testimoniare le loro esperienze miracolose con ex voto, tutt’ora presenti all’interno della chiesa. Celebre è la visita che fece papa Giovanni Paolo II nel giugno del 1991, su invito del vescovo Egidio Caporello. Qui per informazioni.