Event-lab
Simone Santagata, founder Event-lab

Comunicazione, eventi e formazione: sono questi i tre pilastri sui quali Event-lab fonda la sua identità, fortemente votata al digitale. Un’avventura, quella della società veronese, iniziata otto anni fa da un’intuizione di Simone Santagata e Mario Zambon e che riunisce oggi un team dinamico e creativo di giovani professionisti, capaci di rispondere alle diverse necessità dei clienti che negli anni si sono affidati a loro. «Quello che facciamo – racconta Simone Santagata – è aiutare le imprese a interconnettere i nostri tre punti fermi. In fase di consulenza partiamo dal capire che cosa è speciale per l’azienda con cui ci interfacciamo e, dopo aver compreso la sua unicità, la aiutiamo a comunicare attraverso gli eventi, gli strumenti digitali e anche provando a trasmettere quella che è la cultura della comunicazione».

La missione di diffondere cultura digitale

Diffondere la cultura digitale è una vera e propria missione per Event-lab, che ha fatto del tema un caposaldo quando ancora era inusuale parlarne. Oggi imparare a comunicare è per le aziende ancora più fondamentale, soprattutto per veicolare correttamente i sempre più richiesti processi di sostenibilità. «Prima di parlare di questo – spiega Santagata – è fondamentale capire cosa e come si sta rendendo più sostenibile. Poi, è necessario coinvolgere tutti gli stakeholder dell’azienda, dai fornitori ai clienti, e i propri collaboratori. Una volta capito tutto questo, con Event-lab cerchiamo di metterlo a valore. Solo in fondo capiamo quali sono gli strumenti migliori per comunicarlo: in alcuni casi questo determina degli eventi, magari pensati per diffondere tematiche a favore del territorio, in altri casi, invece, gli strumenti sono prettamente digitali, quindi social network e mondo web a 360°». 

Comunicare le buone pratiche per renderle replicabili

Nuovamente la parola chiave è cultura, soprattutto per evitare che meravigliose opere di sostenibilità rimangano celate. Comunicare le buone pratiche è fondamentale per esportare modelli positivi, farli conoscere ed eventualmente renderli replicabili. Va in questa direzione l’impegno di Event-lab all’interno del progetto Obiettivo Sostenibilità, insieme a IPLUS e Verona Network: lavorare per un mondo migliore di come lo si è trovato, riportando alla memoria le parole di Baden Powell, fondatore dello scautismo, è un pensiero vivo nell’azione dell’azienda veronese. 

«Noi stessi – conclude Santagata – ci stiamo certificando come B Corp, misurando l’impatto che abbiamo come impresa, con la voglia di migliorarci giorno dopo giorno. Tante volte parlo con imprenditori convinti di non poter fare nulla per una conversione sostenibile delle loro realtà: per fare grandi cose serve partire dalle più piccole, questo non va dimenticato

Leggi Pantheon Obiettivo Sostenibilità

banner-gif
Articolo precedenteIPLUS, la sostenibilità è strategia condivisa
Articolo successivoCarrera Jeans, certificazione di sostenibilità a conferma di impegno costante