Micaela Quartucci
Micaela Quartucci

ISTITUTO EMME MODA, DOVE FARE DEL TUO SOGNO UNA PROFESSIONE

Dallo scorso 6 settembre, in Piazza Renato Simoni a Verona, ha iniziato la sua attività l’istituto Emme Moda, una giovane realtà che mira a formare professionisti nel settore della moda. A dirigerla è Micaela Quartucci, appassionata di moda da sempre, che dopo diverse esperienze lavorative ha deciso di realizzare il vecchio sogno nel cassetto di diventare stilista. Diplomata all’Istituto Burgo di Milano, è ora impegnata nella formazione, per dare agli allievi la possibilità di fare della loro passione una vera e propria professione. 

«La nostra scuola si colloca nell’ambito della formazione privata post obbligo, quindi ci rivolgiamo a tutti coloro che abbiano almeno conseguito un titolo di scuola secondaria – racconta Quartucci-. Il requisito fondamentale è la passione per il mondo della moda, non seconda alla voglia di imparare e ad una forte motivazione. Per il resto non ci poniamo limiti, né di età né di altro tipo. Non è necessario provenire da una scuola di moda o da ambienti affini, perché tutti gli strumenti per apprendere la professione vengono forniti dall’Istituto». 

L’Istituto Emme Moda forma, con corsi annuali o biennali, principalmente quattro figure professionali: stilista, fashion designer, modellista sartoriale e sarto di alta moda. Per la modellistica e il figurino utilizza testi e metodo didattico dell’istituto Burgo di Milano, in quanto licenziatario in esclusiva sul territorio. «Si tratta di un approccio focalizzato sulla pratica, fortemente consolidato nel tempo, fondato da Fernando Burgo nel 1961 – spiega Quartucci -, che oggi vanta più di 40 sedi in Italia e all’estero. La nostra offerta formativa prevede poi altri corsi, più brevi e meno professionalizzanti, dedicati a chi ha obiettivi semplici, come imparare a cucire. Portiamo avanti l’idea che chiunque voglia approcciarsi a questo mondo deve trovare il proprio corso su misura».

Concluso il percorso di formazione, si ottiene un attestato di frequenza per i percorsi di specializzazione o corsi base per principianti; nel caso di percorsi più lunghi si ottiene invece un diploma di qualifica professionale, entrambi rilasciati direttamente dall’Istituto Burgo di Milano. I corsi sono sempre aperti: l’Istituto non ha infatti dei periodi dell’anno riservati alle canoniche iscrizioni. Chi è interessato può inserirsi in qualsiasi periodo, con la possibilità di accedere alla sessione di esame nel momento in cui avrà completato il monte ore previsto dal proprio corso. 

Caratteristica principale di Emme Moda è l’importanza data alla parte pratica. Gli allievi passano in laboratorio l’80% del tempo, sviluppando manualità pratica e un metodo che li porta ad essere dei veri professionisti. In Emme Moda, inoltre, viene offerta agli allievi una formazione a 360°, facendo respirare moda sin dal primo momento. «Abbiamo a disposizione una biblioteca con diversi volumi e riviste, siamo abbonati alle maggiori testate di moda, siamo soliti analizzare con gli allievi le sfilate, anche in diretta. Cerchiamo di stimolare la loro curiosità intellettuale per migliorare non solo le competenze tecnico professionali ma anche, e soprattutto, la creatività» aggiunge Quartucci.

Una realtà aperta da poco, ma già al lavoro per tessere una rete di partnership con società di servizi che lavorano nella moda, così da poter offrire agli studenti anche una continuità post diploma. «Vorremmo che avessero a disposizione una rete di fotografi professionisti per realizzare shooting fotografici, accesso alle sfilate per esporre dei loro capi, location dove poter fare le sfilate e avere visibilità così come un supporto da parte di grafici per poter creare un loro e-commerce. Siamo sempre alla ricerca di partner per offrire ai nostri allievi una preparazione orientata verso il futuro professionale» conclude Quartucci. 

Articolo precedenteVeronesi Protagonisti 2022: Alberto Apostoli
Articolo successivoVeronesi Protagonisti 2022: Marco Turrini