Stefano Mor
Stefano Mor

GRUPPO VICENTINI, L’INNOVAZIONE COME MOTORE DEL CAMBIAMENTO

Esperienza e passione nel settore dell’automotive e una vita passata tra i motori: Stefano Mor è il Direttore Generale di Vicentini Auto, azienda storica veronese, presente nel territorio da più di quarant’anni, leader per i marchi Volkswagen, Audi e Porsche. Fondato nel 1974 e ampliatosi nel 2011 nella sede di Via Gardesane a Verona, il Gruppo Vicentini è la più grande struttura del Gruppo Volkswagen in Europa, simbolo di innovazione e modernità. A fine 2018 il cambio di rotta: Vicentini Auto passa sotto la gestione internazionale di Porsche Holding Salzbourg, gestita per la nostra nazione da Eurocar Italia. «Un passaggio importante – sottolinea Mor – che ha trasportato una concessionaria a conduzione familiare a una gestione manageriale, sostituendo la figura del titolare con quella del manager. L’azienda, inserendosi in un contesto multinazionale, ha ulteriormente sviluppato la sua posizione strategica sul mercato privilegiato delle quattro ruote, allargando oltralpe il suo range d’azione e compravendita».  

Questo ha fatto sì che anche i collaboratori iniziassero a far propria una visione più ampia, adeguando i processi di vendita alla mission aziendale non più focalizzata solo sul territorio locale ma mirata allo sviluppo internazionale, in un percorso di crescita comune. Fondamentale, però, rimane la centralità del Gruppo Vicentini per il veronese «Il rischio di un’internazionalizzazione è quello di perdere contatto con il territorio – sottolinea Mor -. Per evitare il pericolo, abbiamo società a controllo locale: vogliamo rimanere ancorati alla città, alle  tradizioni e alla storia aziendale. Per questo continuiamo ad essere presenti con eventi, vendite e iniziative sul territorio. Per lo stesso motivo abbiamo deciso di mantenere inalterato il nome Vicentini». 

Gli ultimi due anni, segnati dall’emergenza sanitaria, hanno stravolto il settore automobilistico. Alle condizioni restrittive imposte dal Covid-19, si è aggiunta la difficoltà nel reperimento dei semiconduttori, che ha inciso profondamente sullo stock delle concessionarie e ha provocato un conseguente allungamento dei tempi di consegna. La crisi, però, non ha inciso sullo spirito competitivo del gruppo Gruppo Vicentini: «Considerate le difficoltà e le sfide a cui ci siamo trovati di fronte, possiamo dirci soddisfatti dei risultati – asserisce Mor -. I volumi si sono ridotti, ma abbiamo mantenuta buona la marginalità del risultato». L’interesse dei clienti verso l’automotive non è mai venuto meno, considerata anche la posizione di rilievo del Gruppo verso i brand che rappresenta. «Siamo un’azienda dalle buone performance, frutto del grande impegno di tutti i suoi collaboratori». 

Oggi, la sensazione predominante è quella di essere all’interno di un cambiamento irreversibile del settore: «L’arrivo dell’elettrico, la scarsità dei semiconduttori e la digitalizzazione delle auto stanno rivoluzionando il nostro settore e mercato – spiega il Direttore-. Il lavoro si sta complicando e le professionalità ricercate sono sempre più specializzate. Viene richiesta una forte esperienza nei ruoli di service, vendita in showroom e digital marketing. Quest’ultimo, in particolare, è quanto mai centrale, dato che l’online è diventato il primo canale attraverso cui il cliente entra in contatto con noi».  

Quello del capitale umano è quindi un valore centrale e imprescindibile a cui Vicentini Auto lega la sua filosofia aziendale. «Sono tanti i ruoli che stanno cambiando. Un esempio è il tecnico di officina, che non deve solo essere esperto di motori ma deve anche essere qualificato dal punto di vista diagnostico, perchè le riparazioni avvengono a braccetto con il costruttore. Inoltre, c’è un forte bisogno di personale che sappia agire anche a livello informatico. Trovare tecnici specializzati con la giusta predisposizione mentale per riuscire ad inserire nuova manodopera all’interno dell’automotive non è sempre facile». 

Anche la figura del venditore non è più quella di qualche anno fa perché oggi il cliente nasce online. Ecco perché, nel 2021, Vicentini ha aperto un nuovo reparto aziendale, il Business Development Center (BDC), totalmente dedicato ai momenti di contatto con il cliente prima del suo ingresso in showroom. «Il venditore di oggi deve lavorare sui social, essere presenti online – riferisce Mor -. Abbiamo in programma investimenti nella  digitalizzazione, così come nella ricerca di figure specializzate nel social marketing». Tra gli obiettivi futuri anche due ulteriori progetti: il rifacimento delle strutture di vendita dell’usato di Via Bresciana per i marchi Audi Prima Scelta Plus e Volkswagen Das WeltAuto, e l’inserimento di un nuovo marchio di grande prestigio in Vicentini, che amplierà la scelta per i clienti.  

Concessionario auto Vicentini Spa
Concessionario auto Vicentini Spa
banner-gif
Articolo precedenteVeronesi Protagonisti 2022: Alberto Drezza e Giancarlo Bertelli
Articolo successivoVeronesi Protagonisti 2022: Bruno Fanton