Anna Fiscale
Anna Fiscale, presidente e fondatrice dalla Cooperativa Sociale Quid di Verona.

Le donne al centro della ripartenza: è questo il messaggio della 33ª edizione del Premio Marisa Bellisario “Donne che fanno la differenza”, che si terrà oggi 1° luglio presso gli Studi Rai Fabrizio Frizzi di Roma e andrà in onda su Rai1 il 17 luglio.

Mele d’oro alle donne e alle aziende

Oltre all’assegnazione delle Mele D’Oro a selezionate manager, imprenditrici, medici, scienziate, giornaliste, che hanno conquistato i ruoli apicali nei rispettivi settori, sono due i riconoscimenti riservati alle aziende, Azienda “Work Life Balance Friendly” e il Premio Women Value CompanyIntesa Sanpaolo. Entrambi i premi erano volti a premiare realtà che si sono distinte nel campo della parità di genere, sia con politiche e strategie di sviluppo e promozione delle carriere femminili sia con azioni innovative ed efficaci di welfare aziendale. 

Il Premio Women Value Company

Alle piccole e medie imprese è riservato il Premio Women Value Company Intesa Sanpaolo, giunto alla sua V Edizione, pensato e realizzato in collaborazione con il più grande istituto bancario italiano. Sono state quasi 800 le aziende che hanno partecipato nel 2021 in tutta Italia, 100 le finaliste che hanno partecipato al webinar organizzato per celebrare le strategie e la cultura aziendale inclusiva. Tra le due aziende che hanno meritato di aggiudicarsi la Mela d’Oroanche Quid, media impresa sostenibile e inclusiva di Verona che opera nel settore della modae del Made in Italy.

Le motivazioni del premio

Grazie alla moda, dal 2013 Quid struttura percorsi di formazione e carriera inclusiva nei laboratori, uffici e negozi, con l’obiettivo di offrire opportunità lavorative a chi altrimenti si ritroverebbe a rischio esclusione dal mercato del lavoro, con particolare attenzione alle donne. Oggi Quid conta 133 dipendenti: il 65% full-time, il 77% a tempo indeterminato. Sono 20 le nazionalità rappresentate e oltre il 70% delle persone ha alle spalle una storia di emarginazione lavorativa. 

Nel 2020 le donne sono l’83% dei dipendenti. Il CDA è composto al 67% da donne, percentuale che cresce al 78% nel management. Delle 21 nuove assunzioni effettuate nel 2020, il 90% sono donne. Dal 2018 Quid implementa un programma di welfare “Libera-mente” che prevede il supporto delle dipendenti in 3 aree chiave: benessere psico-emotivo, alfabetizzazione e accesso burocratico, e digitalizzazione, con l’obiettivo di supportare e connettere donne – vulnerabili e non – alle comunità di cui sono parte. 

La dichiarazione della presidente di Quid

«Ricevere questo Premio dopo un anno difficile come questo. – ha dichiarato Anna Fiscale, presidente e fondatrice di Quid – Oltre a riempirci di gioia è anche un messaggio di grande speranza: una ripartenza è possibile solo se a livello aziendale si compiono scelte efficaci di promozione delle persone, con azioni che mirano in particolare modo all’empowerment femminile».

Chi è Quid

La Cooperativa sociale fondata nel 2013, Quid, è un laboratorio sartoriale di donne, con sede in provincia di Verona, che si trovano in una condizione di svantaggio o di fragilità, creando per loro opportunità d’impiego stabile, di formazione e di crescita lavorativa. La produzione impiega tessuti di fine serie, stock invenduti o donati da prestigiose aziende tessili italiane e da noti brand del mondo della moda internazionale. L’idea imprenditoriale di Quid è valsa alla Cooperativa il riconoscimento di prestigiosi premi anche a livello internazionale: tra questi l’European Social Innovation Competition (2014), e il recente “CNMI Responsible Disruption Award” ai Green Carpet Fashion Awards (2020) per il suo marchio di moda etica Progetto Quid. Anna Fiscale, presidente e fondatrice di Quid, che a soli 32 anni è stata inoltre nominata Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. 

Articolo precedenteConsegnate in comune a Verona le firme di Fiab per la ciclabile della Valpantena
Articolo successivoPantheon 123, in copertina Alessandra Albarelli