giorgio lago premio
I premiati dell'edizione 2020.

Un mese in più per partecipare all’edizione 2021 del Premio Giorgio Lago – Nuovi talenti del giornalismo, promosso dall’Associazione Amici di Giorgio Lago: con la proroga della scadenza del bando appena decisagli studenti delle ultime classi dei licei del Veneto avranno tempo fino al 31 marzo per inviare alla segreteria un articolo giornalistico che sviluppi il tema scelto per quest’anno, il ruolo sociale ed economico della cultura.

«La più preziosa materia prima di una nazione è la cultura in tutte le sue componenti, a partire dall’istruzione e dalla formazione. Non a caso gli economisti oggi sottolineano che il vero investimento strategico è quello sul capitale umano. È un concetto che Giorgio Lago ribadiva già nel 2001 quando, rivolgendosi in modo particolare ai giovani, scriveva: “Il Nordest deve migliorare riflettendo su un dato inoppugnabile: la nuova risorsa sarà il sapere. Chi avrà la leva del sapere guiderà il domani”»: è questa, nello specifico, la traccia contenuta nel bando.

In quest’anno particolare, in cui frequentare la scuola e andare al cinema o ad un concerto non è stato possibile per diversi mesi, gli studenti più di altri hanno sperimentato gli effetti del “blackout culturale” e quindi, con buona probabilità, ciò li ha già indotti a riflettere sul ruolo dell’istruzione e delle differenti espressioni del sapere, sull’importanza di un confronto diretto e stimolante con gli insegnanti e gli esponenti della cultura a vario titolo. Per partecipare al concorso dovranno organizzare il proprio pensiero scrivendo un articolo giornalistico di massimo tremila battute, in cui va dimostrato di saper utilizzare le fonti in senso critico e di possedere le doti di un buon giornalista, ovvero capacità di sintesi, completezza dell’informazione ed efficacia nella comunicazione. Spetterà quindi all’insegnante di riferimento selezionare i migliori due elaborati di ogni classe e inviarli alla segreteria del Premio, scrivendo all’indirizzo info@premiogiorgiolago.it entro e non oltre il 31 marzo 2021.

Giorgio Lago ha sempre riconosciuto una missione di grande importanza alla scuola e agli insegnanti, ritenendo entrambi una “risorsa” insostituibile; come sottolineava il 17 settembre 1989, a conclusione dell’editoriale de Il Gazzettino, «un buon insegnamento è sempre una lezione anche civile».

Lago fu una straordinaria firma del giornalismo veneto, prima al Gazzettino, che ha diretto per dodici anni, e poi a La Repubblica e ai quotidiani nordestini del gruppo L’Espresso come editorialista. Giorgio Lago è ricordato per essersi distinto come straordinario osservatore del proprio territorio, lucido interprete e anticipatore delle svolte politiche e sociali degli anni Ottanta e Novanta, da sempre attento ai giovani e al futuro della professione. La sua testimonianza è viva nella sua scrittura: tra i temi a lui più cari ci sono la riforma dello Stato attraverso il federalismo e il ruolo del Nordest quale laboratorio nel processo di modernizzazione dell’Italia.

Il premio

Il Premio Giorgio Lago fu istituito nel 2005 a Jesolo, Venezia, pochi mesi dopo la scomparsa del giornalista veneto a cui è intitolato, organizzato dall’Associazione Amici di Giorgio Lago. Tra i premiati, nel corso degli anni, spiccano grandi nomi del giornalismo italiano tra i quali Mario Rigoni Stern, Gianni Mura, Candido Cannavò, Ferruccio De Bortoli, Fausto Biloslavo, Sergio Frigo, Toni Capuozzo, Marzio Breda, personaggi e imprenditori come Renzo Rosso, Paolo Mieli, Fabio Capello, Giovanni Rana, Marco Paolini, Mario Brunello, Miki Biasion e molti altri.

Nel 2012 nacque il Premio Giorgio Lago Juniores – Nuovi talenti del giornalismo, che inizialmente affiancava il premio giornalistico e quest’anno lo sostituisce: un riconoscimento che si inserisce nel solco tracciato dal celebre direttore de Il Gazzettino, che ebbe per i giovani e per il futuro del giornalismo sempre grande attenzione. Lo scopo del premio è coinvolgere i più giovani nella riflessione sulle tematiche di grande attualità, divulgando il pensiero e l’opera di un grande giornalista del Nordest e di uno dei suoi più lucidi interpreti, mantenendo vivo e attuale il suo messaggio e formando gli studenti alle regole del linguaggio giornalistico.

La Giuria

Per valutare la qualità dei lavori e selezionare i vincitori, l’Associazione Amici di Giorgio Lago, promotrice del Premio, ha chiamato a raccolta una giuria di eccezionale valore, composta da grandi firme del giornalismo italiano e veneto ed esponenti del mondo accademico:

  • Gianluca Amadori, presidente dell’Ordine dei giornalisti del Veneto;
  • Domenico Basso, direttore TVA Vicenza;
  • Sergio Frigo, giornalista del Gruppo Gedi e scrittore;
  • Francesco Jori, giornalista del Gruppo Espresso e scrittore;
  • Patrizia Messina, direttrice del Centro Studi Regionali Giorgio Lago dell’Università di Padova;
  • Roberto Papetti, direttore de Il Gazzettino;
  • Edoardo Pittalis, giornalista de Il Gazzettino e scrittore;
  • Paolo Possamai, editorialista dei quotidiani Gruppo Gedi del Veneto;
  • Alessandro Russello, direttore de Il Corriere del Veneto;
  • Giovanni Stefani, caporedattore Rai Tre Veneto.

Premi e premiazione

La scelta dei premi rispetta la vocazione formativa dell’Associazione e del Premio e, come sarebbe piaciuto a Giorgio Lago, ai primi tre classificati saranno assegnate tre borse di studio da utilizzare per sostenere gli studi universitari. La cerimonia di assegnazione del Premio Giorgio Lago Nuovi talenti del giornalismo 2021 si svolgerà al Teatro Comunale Mario Del Monaco di Treviso nel mese di maggio 2021.