Space13 Legnago

13 palestre digitali per 12 comuni del basso veronese: è una vera e propria rivoluzione digitale quella che con Space13 sarà realizzata nel corso del prossimo anno nei comuni di Legnago, Castagnaro, Isola della Scala, Minerbe, Villa Bartolomea, Isola Rizza, San Pietro di Morubio, Angiari, Bovolone, Cerea, Terrazzo e Roverchiara.

Obiettivo del progetto è quello di trasferire ai cittadini e alle imprese competenze digitali utili a un miglior utilizzo dei servizi offerti dalla Pubblica Amministrazione, allestendo spazi di innovazione con presidi informatici e promuovendo la diffusione della cultura digitale, grazie ad un finanziamento regionale di circa 700.000 mila euro.

A fare da regia al progetto sarà l’Edificio 13 – Cittadella del Lavoro, in via Vicentini 1 a Legnago, uno spazio di 300 mq dentro il quale sarà realizzato anche uno spazio di coworking.

La missione: allargare la fascia di utenza al digitale

«È fondamentale allargare la fascia di utenza al digitale – spiega il primo cittadino di Legnago Graziano Lorenzetti – perché il futuro va tutto in quella direzione, compreso il recupero di documentazioni e di informazioni dagli archivi. Allo stesso modo, vogliamo coinvolgere chi si farà portatore di idee innovative in campo digitale, mettendolo nelle condizioni di poter sviluppare i propri progetti, trasformandoli in azioni pratiche. Un investimento a 360° sul territorio per agevolare chi è rimasto indietro e allo stesso tempo per far emergere potenzialità che possono diventare azioni economiche del domani». 

Graziano Lorenzetti, sindaco di Legnago

Un momento storico per un territorio condiviso, che vedrà favorire le interazioni attraverso il digitale, favorendone la conoscenza e la consapevolezza.

Il finanziamento prevede anche la creazione di allestimenti ad hoc dotando gli edifici individuati come presidi digitali di nuova strumentazione. «Questa è un’azione che abbiamo già portato a termine. Ora – sottolinea il sindaco di Legnago – stiamo facendo incontri per delineare la linea d’azione di Space13 con le società incaricate dello sviluppo del progetto: ETT di Genova, T2i di Rovigo e Open Group di Bologna. Fondamentali saranno anche le indicazioni che darà il territorio, per il quale stiamo coinvolgendo associazioni culturali e professionali, imprenditori ma soprattutto le scuole. Questa fase durerà un anno, al termine del quale ci auguriamo che le singole realtà siano consolidate e in grado di proseguire in autonomia».

Da questo momento e fino a maggio 2022 saranno per questo organizzate, nei diversi presidi, iniziative volte a promuovere la cultura digitale tra cittadini e imprese grazie a eventi informativi, laboratori, workshop e competizioni.